Una bottiglia che si biodegrada in tre settimane, fatta di sole componenti sostenibili e senza il minimo contenuto di plastica è stata finanziata con successo sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo. Choose Water, questo il nome della bottiglia, è stata messa a punto da un team di ricercatori guidato dal giovane James Longcroft, un chimico britannico laureato all'Università di Durham. L'obiettivo è proprio quello di soppiantare le bottiglie di plastica per l'acqua – tra le principali responsabili dell'inquinamento marino – con un prodotto del tutto innocuo per il Pianeta. Nel malaugurato caso finissero disperse nell'ambiente, infatti, le bottiglie Choose non arrecherebbero alcun danno. Anzi, durante il processo di biodegradazione fornirebbero sostanze nutrienti agli ecosistemi acquatici e ridurrebbero l'acidità del terreno.

Longcroft ha richiesto un finanziamento di sole 25mila sterline, appena centrato nel momento in cui stiamo scrivendo. Con i fondi verranno comprati nuovi macchinari e attrezzature per stampare le bottiglie su scala industriale, ma serviranno anche per creare reti di distribuzione al fine di portare Choose Water negli scaffali dei negozi. A rendere ancora più virtuosa l'iniziativa britannica, il fatto che la totalità degli utili ottenuti sarà donata all'associazione di beneficenza Water For Africa, che si occupa di distribuire acqua potabile ai Paesi africani più bisognosi.

Ma com'è fatta questa bottiglia? Il rivestimento esterno è composto da carta riciclata al 100 percento e il tappo è in acciaio, mentre la ‘ricetta' dell'involucro interno, impermeabile, è pubblicizzata come il ‘piccolo segreto' di Choose Water. La ragione risiede nel fatto che i brevetti non sono stati ancora depositati e approvati, dunque i materiali – ecosostenibili e biodegradabili al 100 percento – verranno svelati solo in un secondo momento. Nonostante sia stato già raggiunto l'obiettivo di base, si può partecipare alla campagna di finanziamento per un altro mese. Con donazioni che vanno dalle 20 alle 3mila sterline si possono acquistare magliette, spille e borse col marchio Choose, ma anche i primi lotti di bottiglie numerate; i biglietti per un evento di presentazione e persino un viaggio in Gambia, dove assistere ai progetti di Water For Africa per la popolazione locale.

[Credit: Choose]