Alle 22 del 16 dicembre l'asteroide di Natale 3200 Phaethon (Fetonte) si avvicinerà alla Terra a circa 10 milioni di chilometri di distanza. Sebbene possa sembrare uno spazio enorme, dal punto di vista squisitamente astronomico è un'inezia, e non a caso questo ‘sasso spaziale' è inserito nella classe dei cosiddetti PHA (potentially hazardous asteroid), gli asteroidi potenzialmente pericolosi per il nostro pianeta. Del resto, 3200 Phaethon, chiamato come il figlio del dio del Sole Apollo, non solo incrocia l'orbita della Terra (assieme a quelle di Venere, Mercurio e Marte), ma ha anche dimensioni ragguardevoli. Il suo diametro è infatti di circa 5 chilometri, più o meno la metà del famigerato chicxulub, l'asteroide che determinò l'estinzione dei dinosauri non aviani. Per questo motivo viene costantemente monitorato dagli astronomi di tutto il mondo.

L'orbita di 3200 Phaethon – Credit: Wikipediain foto: L'orbita di 3200 Phaethon – Credit: Wikipedia

3200 Phaethon ha un'orbita molto particolare, che lo porta vicinissimo al Sole durante il suo peregrinare nel cosmo. Proprio per questo gli è stato dato il nome di Fetonte, il figlio del dio del Sole Helios, il nostro Apollo; è l'asteroide (con un nome) che più di tutti si avvicina alla nostra stella. Quando approccia il Sole, le polveri presenti sulla sua superficie si diffondono come la coda di una cometa, e schiantandosi con l'atmosfera terrestre originano lo sciame meteorico delle Geminidi, che ogni anno si attivano tra il 3 e il 19 dicembre. Il picco solitamente si verifica tra il 13 e il 14 dicembre, e si possono arrivare a contare anche oltre cento meteore ogni ora.

Credit: Stellariumin foto: Credit: Stellarium

Questa caratteristica peculiare assieme all'orbita molto eccentrica suggeriscono che 3200 Phaethon in origine potesse essere molto più grande di com'è oggi; probabilmente era una vera e propria cometa ghiacciata, che con lo scorrere del tempo e l'erosione prodotta dal calore solare si è estinta, lasciando emergere il solo nucleo. In base ai calcoli degli scienziati, il 14 dicembre 2093 Fetonte passerà a circa 3 milioni di chilometri dalla Terra, una distanza sensibilmente più vicina a quella del prossimo 17 dicembre.

Come osservare 3200 Phaethon.

Il momento migliore per osservare 3200 Phaethon col proprio telescopio (o un buon binocolo) è la sera del 16 dicembre, quando raggiungerà il punto di avvicinamento massimo alla Terra attorno alle 22. Sarà sufficiente uno strumento da una ventina di centimetri di diametro, dato che la magnitudine del corpo celeste – cioè la sua luminosità apparente – raggiungerà un picco di 10.7. Tra il 15 e il 16 dicembre l'asteroide potrà essere inquadrato nella costellazione di Andromeda e nelle prime ore del 16 nei pressi della Galassia a Spirale M33, dove si troverà a circa 4°. Tra il 13 e il 14 3200 Phaethon sarà invece visibile vicino alla costellazione di Perseo, meteo permettendo. Per chi non dispone di uno strumento adatto, l'asteroide potrà essere osservato in diretta a partire dalle 20 del 16 dicembre sul sito del Virtual Telescope Project.

Credit: Stellariumin foto: Credit: Stellarium

[Credit: Marcelo6366]