11.040 CONDIVISIONI

L’allarme degli studiosi britannici: la barba causa infezioni e diffonde malattie

Tra i peli della barba possono annidarsi fino a 20.000 batteri che non aspettano altro che un bacio o la carezza di una mano per infettare altri soggetti.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Redazione Scienze
11.040 CONDIVISIONI
Immagine

E' tornata di moda, ma per gli studiosi il look poco si accorda all'igiene. Secondo uno studio pubblicato dal giornale specialistico Anaesthesia e condotto da Anthony Hilton, capo del dipartimento di biologia dell'Aston University (Regno Unito), la barba è poco igienica e può diffondere batteri più di quanto ci si possa aspettare. Sotto i peli, infatti, possono nascondersi e proliferare fino a 20.000 batteri. Che ovviamente non si fermano al viso di chi porta la barba. Hilton ha infatti spiegato al Daily Mail che "la barba ospita più batteri rispetto a un viso ben rasato anche dopo averla lavata i germi rimangono un pericolo per la pelle. Se si è raffreddati è facile che gli Stafilococchi, batteri che causano diverse malattie, rimangano intrappolati a lungo nei peli. E se si bacia una persona ecco che si diffonde il batterio". A rendere più vivida la descrizione è Carol Walker, tricologa del Birmingham Trichology Centre, che al giornale britannico offre un esempio: "se qualcuno mangia prodotti caseari il latte può restare nella barba e diventare un po' rancido". Un bacio basta a diffondere batteri, ma anche meno, spiega la dottoressa: se si toccano capelli o barba, "se le mani i sporcano, trasferiscono la sporcizia dalle loro mani alla faccia e alla bocca". E così si può cadere malati. A confermare la bocciatura anche Ron Cutler, specialista dell'Università Queen Mary di Londra: "la barba può diffondere le infezioni".

A difendere la barba, per ora, è soltanto Hugh Pennington, professore emerito di batteriologia dell'Università di Aberdeen, che ricorda che "ci sono gli stessi batteri che vivono sul derma del viso. La barba [quindi] non è un problema d'igiene né un rischio per la salute". Eppure lo studio dal ricercatore dell'Aston University si è preoccupato di studiare il numero di batteri presenti sui chirurgi con e senza barba: i primi, effettivamente, risultavano maggiormente infestati dai microrganismi. Il punto ora è capire se si tratti di una variabile significativa ed effettivamente portatrice di malattie. E chissà che, se l'allarme lanciato da Hilton dovesse essere confermato da dati ulteriori, non possano imporsi nuovi standard negli ospedali. Come in caserma, del resto.

11.040 CONDIVISIONI
Spiagge di Rio de Janeiro troppo inquinate: allarme infezioni
Spiagge di Rio de Janeiro troppo inquinate: allarme infezioni
di Cronaca
I batteri alleati della salute della vagina
I batteri alleati della salute della vagina
Pannelli solari creati con il guscio di gamberi
Pannelli solari creati con il guscio di gamberi
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views