Sapere tutto quello che bisogna conoscere sull'influenza grazie ai dati resi disponibili dagli utenti, con la possibilità di ricorrere a mappe dei sintomi aggiornate in tempo reale, il progetto Influweb, con i suoi siti gemelli in Europa, mira a sconfiggere il virus attraverso internet e gli open data.

Ai tempi della rete, anche il «medico di famiglia» ha cambiato molti dei propri aspetti con un numero sempre crescente di soggetti, in particolar modo giovani, che ricorrono ad internet per informarsi su medicina e salute. Orientarsi tra la giungla di siti più o meno attendibili, in cui esperti veri o presunti rilasciano risposte, consigli e consulti all'utenza, non è proprio facilissimo; per verificare la evidente confusione esistente nella grande comunità del web, basti pensare alla frequenza con cui a Yahoo! Answers vengono posti interrogativi a persone talvolta poco competenti su questioni delicate e di importanza non trascurabile. Al tempo stesso, tuttavia, tra i molteplici vantaggi e benefici che la rete sta portando più o meno gradualmente alle nostre vite rientrano anche portali che offrono il supporto di medici e specialisti, in grado di garantire un tipo di consulenza di alto profilo, che non sostituisce certamente la vecchia «visita dal dottore» ma che può costituire una validissima alternativa a questa, qualora si abbiano semplicemente dei dubbi in merito ai quali si vorrebbero dei chiarimenti.

PAZIENTI.IT – Tra questi, certamente, rientra il progetto Pazienti.it nato nel 2010 «dal desiderio di dimostrare agli italiani che la rete è uno spazio libero e democratico a nostra disposizione, uno spazio che possiamo usare per collaborare a costruire una società che ci piaccia di più» per dirla con le parole del suo founder e CEO Linnea Passaler, «medico ed innovatrice». Occupandosi di un servizio pubblico, certamente il più importante e vicino alle persone quale è quello della salute, mira alla realizzazione di una «sanità partecipata» in cui la cooperazione tra le strutture ufficiali, la rete e gli utenti possa garantire un approccio che sia più a misura di ciascun cittadino. Attraverso Pazienti.it è possibile accedere alle informazioni ed alle opinioni inviate da quanti hanno avuto esperienza di una struttura sanitaria (ospedali, ASL, consultori, ma anche cliniche private, studi dentistici o specialistici), dando così agli altri utenti l'opportunità di scegliere in maniera adeguatamente ponderata dove recarsi per una diagnosi o una cura; l'obiettivo è quello di creare un circolo virtuoso in cui al cittadino posto al centro dell'attenzione, corrisponda l'impegno delle istituzioni per garantirgli un trattamento di elevata qualità. Ma Pazienti.it è anche un ricchissimo archivio di dati in cui è possibile accedere ad accurate informazioni riguardanti malattie e sintomi, farmaci e terapie: tutti contenuti che aiutano gli utenti a conoscere a fare scelte consapevoli ma che non «sostituiscono il consulto del medico, la diagnosi e il trattamento specialistico».

INFLUWEB, OVVERO IL VIRUS NELL'ERA DI INTERNET – Per sconfiggere l'influenza attraverso Internet e gli Open Data Pazienti.it ed Influweb hanno lanciato la nuova campagna via web. Influweb vanta una rete di siti gemelli in molti paesi europei (Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Portogallo, Regno Unito, Svezia e Svizzera) che partecipano al progetto, registrando i sintomi dei cittadini nel periodo del picco influenzale e rendendoli disponibili per ciascun utente che voglia avere informazioni, inclusi i ricercatori; una mappa aggiornata in tempo reale rende l'approccio ai dati maggiormente fruibile per tutti. Pazienti.it ha deciso di dare visibilità e voce a questa importante sfida, fiduciosa delle potenzialità del progetto per contribuire a debellare un virus che uccide ancora e crea numerosi danni alla società; attraverso influweb.pazienti.it è possibile registrarsi alla pagina per partecipare al progetto ed invitare gli altri ad aderire condividendo l'infografica tramite Facebook e Twitter. 

Sapere tutto quello che bisogna conoscere sull'influenza grazie ai dati resi disponibili dagli utenti, con la possibilità di ricorrere a mappe dei sintomi aggiornate in tempo reale, il progetto Influweb, con i suoi siti gemelli in Europa, mira a sconfiggere il virus attraverso internet e gli open data.

La salute ai tempi di internet non significa solo libera distribuzione di informazioni imprecise, quando non scorrette, su argomenti che andrebbero trattati con la massima cautela: un progetto come Influweb, progetto scientifico portato avanti dai ricercatori che conta già 3 500 volontari in costante incremento dal 2008, dimostra con particolare chiarezza quali sono le risorse della rete per la salute dei cittadini. L'avvicinamento ad una comunità virtuale in grado di condividere utili indicazioni può costituire un importante passo avanti nel miglioramento delle nostre vite, servendosi di questo strumento, internet, che, in fondo, ci appartiene da ancora troppo poco tempo per non dar luogo, molto spesso, a diffidenze e sospetti: l'essenziale, nel web è al di fuori di esso, è saper scegliere.