Due pinguini imperatori che vedono una telecamera adagiata sul ghiaccio, si avvicinano, la osservano e così facendo ci regalano un simpaticissimo e inedito selfie. Questo è ciò che è successo a Auster Rookery, vicino alla stazione antartica Mawson, dove si trova una colonia di pinguini imperatori.

Le immagini di Eddie Gault. Il fortunato ‘proprietario' del selfie è Eddie Gault, che si trovava li per una spedizione. Sul sito del Diparthttp://www.antarctica.gov.au/news/2018/penguin-selfie-offers-birds-eye-viewimento dell'Ambiente e dell'Energia del Governo Australiano si legge che l'uomo, una volta vista la colonia di pinguini, ha deciso di lasciare la telecamera a terra per poter riprendere gli animali senza disturbarli. Questi non ci hanno messo molto a notare la presenza dello strano oggetto e curiosamente si sono avvicinati, forse per scoprire di cosa si trattasse: così facendo, i due curiosi pinguini imperatori ci hanno regalato vari frame di primi piani, prima di perdere interesse per la telecamera.

Chi sono i pinguini imperatori. Il pinguino imperatore rappresenta il pinguino più grande di tutti con i suoi 120 centimetri medi di altezza e i suoi 30 chili medi di peso. Questi uccelli (che ricordiamo non sanno volare) vivono in Antartide dove affrontano temperature che possono scendere di diverse decine sotto lo zero. Il loro vero nome è Aptenodytes forsteri e fisicamente appaiono con testa e dorso neri, ventre bianco e due strisce gialle sulle orecchie.

La scimmia Naruto. Non si tratta della prima volta che un animale ‘si scatta (involontariamente) un selfie'. In passato infatti è diventato celebre il primo piano della scimmia Naruto che si era ‘impossessata' della fotocamera incustodita del fotografo David Slater. In quel caso, quello che è considerato uno degli scatti più famosi al mondo divenne protagonista di un'intensa battaglia legale per il copyright della foto. La foto di Naruto è infatti finita su Wikipedia e i suoi diritti inizialmente erano stati considerati di Naruto: solo nel 2017 la Corte d'Appello federale ha deciso di attribuire la proprietà dell'autoscatto al fotografo.

[Foto di Eddie Gault]