Credit: congerdesign
in foto: Credit: congerdesign

Nel latte di capra sono contenute concentrazioni elevate di sostanze simili a quelle presenti nel latte materno che possono proteggere la salute dei bambini. Nello specifico si tratta di oligosaccaridi prebiotici, composti organici in grado di favorire lo sviluppo del sistema immunitario e ridurre il rischio di infezioni gastrointestinali. Queste sostanze, infatti, migliorano la crescita dei batteri benefici che vivono nell'intestino e ostacolano la capacità dei potenziali agenti patogeni – come l'Escherichia coli – di proliferare e aderire alle cellule dell'apparato digerente.

La ricerca. A determinare la presenza di oligosaccaridi prebiotici nel latte di capra simili a quelli del latte materno è stato un team di ricerca australiano composto da scienziati dell'Università RMIT e del Dipartimento per l'Ambiente e le Industrie Primarie del centro AgriBiosciences. Gli scienziati, coordinati dal professor Harsharn Gill, docente presso la Divisione di Scienze dell'ateneo di Bundoora, hanno analizzato in laboratorio due tipi di latte di capra commerciale per bambini da 0 a 6 mesi e da 6 a 12 mesi. Dai test è emerso che essi contengono 14 tipi differenti di oligosaccaridi prebiotici, un numero paragonabile a quelli presenti nel latte fresco di capra. Cinque degli oligosaccaridi individuati sono molto simili a quelli del latte materno, in particolar modo i fucosilati e i sialilati.

I benefici. Gill e colleghi hanno osservato che gli oligosaccaridi prebiotici nella formula del latte di capra erano in grado di favorire la proliferazione in vitro dei batteri "buoni", ovvero bifidobatteri lactis BB12, Bifidobacterium longum BB536, Lactobacillus acidophilus 4461 e Lactobacillus casei 2607. In ulteriori esperimenti hanno determinato che essi prevenivano anche l'adesione di Escherichia coli e del Salmonella typhimurium. “I nostri risultati mostrano che la formula del latte di capra può avere forti proprietà prebiotiche e anti-infezione, che potrebbero proteggere i bambini dalle infezioni gastrointestinali. Lo studio indica che gli oligosaccaridi prebiotici nella formula del latte di capra sono efficaci nel promuovere selettivamente la crescita di batteri sani nell'intestino”, ha dichiarato l'autore principale dello studio. Il latte di capra potrebbe dunque rappresentare una validissima alternativa a quello vaccino quando l'allattamento materno non è possibile. Ulteriori e più approfondite indagini dovranno confermare i risultati emersi dallo studio australiano. I dettagli sono stati pubblicati sull'autorevole rivista scientifica specializzata British Journal of Nutrition.