Mangiare cioccolato e non sentir crescere un senso di colpa verso il proprio fisico è possibile consumando barrette che, oltre al gusto del cacao, avrebbe anche la capacità di ringiovanire la pelle. Lycotel, un laboratorio creato da un ex ricercatore della Cambridge University, ha ideato Esthechoc, un cioccolato talmente ricco di antiossidanti da assicurare un ringiovanimento della pelle anche di trent'anni. Ivan Petyaev, ex ricercatore presso l'ateneo britannico e creatore di Esthechoc, ha spiegato al Telegraph che i test eseguiti sui volontari, di età compresa tra i 50 e i 60 anni, hanno dimostrato che una barretta di cioccolato al giorno per una settimana ha permesso un'attenuazione delle rughe tale da far ringiovanire di 20-30 anni.

Quello che si guadagna in viso si perde in forma fisica? No, assicura ancora il ricercatore. Esthechoc è infatti ipocalorico, dato che una barretta di 7,5 grammi contiene solo 38 calorie. Le virtù di questo alimento sono da attribuirsi all'astaxantina, l'antiossidante più potente e presente in quantità paragonabile a quella di un filetto di salmone dell’Alaska, e a tanti polifenoli quanti se ne trovano in 100 grammi di cioccolato nero. L'irrorazione del sangue nei capillari della pelle migliorerebbe in tempi brevi proprio grazie agli antiossidanti.

La comunità scientifica, comunque, vuole vederci chiaro. Il 2 e il 3 marzo si terrà a Londra il Food Summit Global Innovation, convegno di medici, ricercatori e, in generali, esperti dell'alimentazione. In quell'occasione verrà presentato anche Esthechoc, ma nell'attesa c'è chi invita alla prudenza. Ad esempio Naveed Sattar, specialista in medicina metabolica presso la Glasgow University, ammette che "ci sono ragioni biologiche per ritenere che alcuni dei composti possano risultare benefici a processi legati all’invecchiamento e alla malattia, ma d’altra parte mangiare troppo cioccolato significa assumere più calorie e questo vuol dire obesità. Sono necessarie altre verifiche in assenza delle quali i benefici sbandierati sono infondati”.

Il costo non sarà certo popolare. Non vi aspettate di trovare questo cioccolato sul banco del tabaccaio, né di cavarvela spendendo qualcosa in più in farmacia. Il prodotto non è ancora stato commercializzato, ma la brochure non fa segreto di quello che dovrebbe essere il target di riferimento della Lycotel. Il prodotto si rivolge a  uomini d'affari che vogliono "migliorare l’aspetto in un ambiente stressante e durante i viaggi di lavoro" o a trentenni "eleganti, colte e benestanti". La cultura prima di tutto.