Il lancio da Cape Canaveral
in foto: Il lancio da Cape Canaveral

Accompagnato dalla consueta nuvola di fumo e dalla colonna di fiamme, il cargo Cygnus è finalmente partito con il suo razzo lanciatore Atlas V dal Kennedy Space Center della NASA, in Florida.

Era dal 3 dicembre che il lancio veniva rinviato a causa delle proibitive condizioni meteo: l'atteso lift-off è quindi avvenuto alle ore 22:44 del 6 dicembre, mentre in America era domenica pomeriggio. Adesso CRS4, navetta numero quattro della classe Cygnus, giungerà alla Stazione Spaziale Internazionale con a bordo il suo prezioso carico da oltre tre tonnellate tra attrezzature per gli studi scientifici, materiali per le missioni extra-veicolari e rifornimenti di vario tipo.

Ma Cygnus porta con sé anchje gli esperimenti: tra questi merita una menzione speciale, perché progettata e realizzata in Italia, la Portable On-Board Printer, ossia una stampante che stamperà tridimensionalmente in assenza di gravità. La sua grande utilità sta nel fatto di poter creare pezzi di ricambio e strumenti di lavoro direttamente nella sede della ISS: questo ridurrebbe notevolmente il peso (e il costo) delle future missioni spaziali.

Restando sempre nell'ambito degli esperimenti, con il Burning And Suppression of Solids – Milliken (BASS-M) verrà testato il comportamento di alcuni materiali durante la combustione in condizioni di microgravità: si verificheranno, infatti, la resistenza al fuoco e la capacità ignifuga di campioni di tessuto che, in futuro, potrebbero servire per la confezione di indumenti protettivi per quanti lavorano in condizioni di rischio. C'è poi lo Space Automated Bioproduct Lab (SABL), una camera a temperatura controllata che ospita esperimenti che vendono protagonisti batteri, lieviti o alghe.

Ad accogliere il cargo ci saranno gli astronauti Scott Kelly e Kjell Lindgren, incaricati di svolgere le manovre con il braccio robotico della ISS. Cygnus resterà agganciato al modulo Unity per oltre un mese, trascorso il quale verrà caricato di una tonnellata di rifiuti prima di riprendere la via del ritorno per disintegrarsi nell'atmosfera.