Un incontro romantico al tramonto, atteso con fervore soprattutto dagli astronomi. Eh sì, perché quello che vedremo stasera intorno alle 21 sarà il ‘bacio’ tra due pianeti: Giove e Venere, i due corpi celesti più luminosi del Sistema solare (dopo Sole e Luna), si troveranno alla minima distanza (visibile chiaramente a occhi nudo) fra loro culminando un processo in corso da un mese e che stasera registrerà appunto la congiunzione, apparendo davvero ‘intimi', stretti in uno spazio inferiore a quello apparente della Luna. In realtà il massimo avvicinamento si verificherà alle 6 ora italiana di domani mattina, ma lo spettacolo sarà visibile meglio con il sole tramontato. Per chi staserà non dovesse riuscire a goderselo, va ricordato che Giove e Venere continueranno comunque a viaggiare insieme, come è successo nei giorni scorsi, almeno fino alla sera del 2 luglio, per poi allontanarsi progressivamente.

Giove e Venere, incontri non così rari

C’è da dire che il fenomeno si era già verificato lo scorso anno, il 18 agosto, ma era prima dell’alba. Stasera invece potrà essere osservato dopo il tramonto (quindi dopo le 19) rivolgendo lo sguardo verso ovest: allungando un braccio verso il cielo, sarà possibile coprire entrambi i pianeti con la sola punta del vostro mignolo. Visti da un telescopio amatoriale, Giove e Venere ci sembreranno praticamente della stessa dimensione, ma in realtà sarà solo un’illusione ottica, perché il primo è decisamente più grande del secondo (anche se più lontano). Inoltre la vicinanza dei due corpi celesti sarà solo prospettica, si ricordi che Venere si trova in questo periodo a circa 77 milioni di km dalla Terra, mentre Giove ad oltre 909 milioni di km. Durante la congiunzione del 17 maggio 2000, Giove e Venere si erano trovati alla distanza minima di soli 0,01°, ma erano entrambi troppo vicini al Sole per essere visti bene dalla Terra. Il prossimo appuntamento è invece previsto per il 27 agosto de 2016, quando torneranno a ‘baciarsi’ durante una congiunzione serale, separandosi di soli 0,1°.