Tra poche ore potremo soffermarci ad ammirare quella che, secondo una tradizione del folklore americano che alcuni farebbero addirittura risalire ai nativi americani, prende il nome di Harvest Moon, Luna del raccolto: con questa espressione, infatti, ci si riferisce al plenilunio che si verifica più vicino all'equinozio di autunno. Quest'anno la nostra Luna del raccolto sorgerà nella sera del 16 settembre per un ultimo saluto notturno all'estate che terminerà il prossimo 22 settembre. Ma per qualcuno non si tratterà di una semplice Luna piena, poiché sarà l'occasione per assistere anche ad un altro fenomeno, ossia un'eclissi penombrale.

Ma cos'è un'eclissi lunare di penombra? Un fenomeno che si verifica quando la Luna transita esclusivamente attraverso la penombra della Terra, ossia nel margine esterno dell'ombra proiettata dal nostro Pianeta, senza, quindi, risultare occultata dal cono d'ombra. Come è facile immaginare, si tratta di qualcosa di meno appariscente delle eclissi parziali o totali ma, ciononostante, molto affascinante: l'effetto, infatti, sarà quello di una colorazione rosata assunta dal nostro satellite, determinata dalla penombra che blocca la luce solare.

Purtroppo, però, si tratterà di uno spettacolo esclusivo, riservato a pochi: in particolare a chi si troverà nella parte meridionale della Puglia nella serata del 16 settembre: solo qui, infatti, il fenomeno sarà visibile dall'Italia; al di fuori del territorio nazionale, invece, sarà possibile osservarlo in parte d'Europa, dell'Africa, dell'Asia e dell'Australia. L'eclissi di penombra inizierà alle 18:52, secondo l'orario italiano, quando da noi la Luna non sarà ancora sorta; basterà attendere una mezz'ora circa per poi ammirare la fase di massima, che sarà raggiunta alle 20:54, prima della conclusione, prevista per le 22:56.