L’inverno è ormai arrivato portando freddo e pioggia e, con loro, anche il rischio di una brutta sorpresa in bolletta a fine stagione. Per evitare di ammalarci e godere del relax casalingo, infatti, si ha la necessità di mantenere una temperatura confortevole all’interno delle nostre case mediante l’accensione dei riscaldamenti. Ma ciò spesso si traduce in un aumento dei consumi energetici se non si mettono in pratica alcuni accorgimenti per risparmiare e avere cura dell’ambiente.

Ecco, di seguito, i suggerimenti per favorire un consumo energetico intelligente, consigliati mese dopo mese da Gritti Energia, operatore attivo da oltre sessant’anni nel settore energetico. Con un’offerta chiara, trasparente e ben posizionata, grazie alla sua filosofia incentrata sui valori di convenienza, vicinanza al cliente, semplicità e affidabilità, è una delle maggiori alternative ai big del mercato.

Non esagerate con la temperatura

Se avete già acceso i riscaldamenti non esagerate con la temperatura. Anche un solo grado in meno all’interno della stanza può far risparmiare dal 5% al 10% di energia. È comunque opportuno non superare i 20 gradi in casa e, durante la notte, conviene ridurli ulteriormente mediante il termostato.

Utilizzate le valvole termostatiche

Le valvole termostatiche si applicano ai singoli termosifoni che sono in casa e permettono di diversificare la temperatura in ogni ambiente in base all’uso effettivo che se ne fa. Consentono di variare la portata di acqua calda che circola nei radiatori e quindi il calore che quest’ultimi trasferiscono alla stanza. Ad esempio, in soggiorno si consiglia di non superare i 20 gradi, ma se l’area living è condivisa con la cucina si può sfruttare il calore di forno/fornelli e impostare il termostato su una temperatura più bassa (18/19 gradi).

Se si abita in un condominio con il riscaldamento centralizzato, l’installazione di queste valvole è obbligatoria per legge dal 31 dicembre 2017. Ne esistono anche di programmabili e comandabili da remoto, rendendo ancora più evoluta e smart la gestione della casa: si tiene il riscaldamento spento quando si è fuori e lo si riaccende a distanza poco prima di rientrare, evitando così inutili sprechi nel corso della giornata.

Tenete le finestre chiuse

Anche se è inverno ed è più difficile che accada una cosa del genere, si consiglia di non aprire spesso le finestre. Si tratta di un suggerimento utile per non sprecare energia e non inquinare quando si ha il riscaldamento acceso. Si ricordi che per abbassare la temperatura interna occorre utilizzare le valvole dei caloriferi ed evitare di far entrare dall’esterno aria fredda.

Non coprite i termosifoni 

Per quanto la tentazione di mettere il bucato ad asciugare sul calorifero, è bene evitare di farlo: il calore faticherebbe a distribuirsi per la stanza. Ciò comporterebbe uno spreco di energia che finirebbe per gravare sulla bolletta.

Fate controllare regolarmente gli impianti

Infine, è importante far controllare regolarmente i propri impianti da tecnici addetti alla manutenzione, perché se funzionano bene consuma, inquinano di meno. Così si prevengono sprechi di energia e soprattutto eventuali guasti improvvisi con conseguenti spese improvvise e indesiderate. In caso contrario, conviene prenderne in considerazione la sostituzione con altri di nuova generazione: il risparmio che si può ottenere con nuove caldaie a condensazione o a biomasse, pompe di calore e con impianti integrati che usano impianti solari e fotovoltaici, è notevole.