Gli uomini giovani sono più soddisfatti del rapporto con gli amici maschi più stretti piuttosto che di quello ‘romantico' con le rispettive compagne e fidanzate. In altri termini, i ragazzi si trovano più a proprio agio a esprimere emozioni, confidarsi e a risolvere eventuali conflitti interiori sotto le ali protettive della compagnia di amici intimi, e non tra le braccia della propria innamorata. Lo ha determinato un team di ricerca che ha pubblicato un articolo dal bizzarro titolo “Privileging the Bromance: A critical appraisal of Romantic and Bromantic Relationships”.

Prima di tradurlo letteralmente è necessario soffermarsi sulla parola ‘bromance', un neologismo inventato nel 1990 dal giornalista David Carnie sulla rivista “Big Brother” dedicata allo skateboard. Fu coniato per sottolineare lo stretto rapporto di amicizia che nasce nella comunità di pattinatori. Il termine scaturisce infatti dal gioco di parole tra romance, relazione amorosa, e bro, l'abbreviazione di brother (fratello) che spesso viene utilizzata anche per indicare gli amici fraterni, quelli cui si è più legati. In pratica, una bromance è uno stretto rapporto omosociale tra uomini che non coinvolge la componente sessuale. Da qui il titolo scelto per l'articolo pubblicato sulla rivista scientifica specializzata “Men and Masculinities”, che in italiano può essere tradotto in “Privilegiare gli amici intimi (maschi): una valutazione critica sulle relazioni amorose e su quelle tra soli uomini (amici)”.

Gli studiosi hanno determinato la preferenza per le “bromance” dopo aver intervistato trenta uomini giovani. Molti di essi hanno infatti dichiarato che è molto più semplice aprirsi in un contesto tutto al maschile, facendo emergere la famigerata ‘incomprensione di fondo' tra i due sessi di cui spesso si è discusso. Del resto, a tutti è capitato di non comprendersi con la propria compagna o il proprio compagno. Tuttavia, il limitato numero di soggetti coinvolto e la superficialità con cui spesso oggi si affrontano le relazioni sentimentali potrebbe aver avuto il proprio peso sul risultato (i migliori amici di solito restano per tutta la vita). Sarà dunque necessario approfondire il tema per avere un quadro più ampio e preciso.

Secondo i ricercatori, infine, le bromance sarebbero in costante aumento fra gli uomini, sdoganate anche dal declino dell'omofobia, dal liberalismo sessuale e dalla mascolinità inclusiva. Ciò, secondo il professor Robinson, lo psicologo che ha coordinato la ricerca, potrebbe persino mettere a repentaglio la tenuta delle relazioni eterosessuali.

[Foto di Smellyavocado]