Credit: Gustavo Pazmiño, BIOWEB Ecuador
in foto: Credit: Gustavo Pazmiño, BIOWEB Ecuador

Scoperta una nuova, incredibile specie di raganella sulla Cordillera del Cóndor, una catena montuosa della Ande che abbraccia Ecuador e Perù. L'anfibio, scientificamente chiamato Hyloscirtus hillisi, è stato individuato sulla vetta piana di una montagna, che i ricercatori Santiago R. Ron, Marcel A. Caminer, Andrea Varela-Jaramillo e Diego Almeida-Reinoso della Pontificia Universidad Católica del Ecuador (PUCE) hanno raggiunto dopo due giorni di impervia scalata.

Arrivati in cima hanno trovato una piccola foresta attraversata da acque scure, dove tra arbusti e rocce si nascondevano gli esemplari della bellissima raganella. Caratterizzata da due grandi occhi gialli, zampe slanciatissime adattate all'arrampicata e una colorazione bruno-nerastra con piccoli puntini gialli sul corpo, la nuova specie possiede anche un'insolita struttura ad artiglio posizionata alla base del pollice. Gli scienziati non ne conoscono la funzione, ma ipotizzano possa essere utile come strumento di difesa dai predatori o magari per respingere rivali in amore durante la stagione degli accoppiamenti.

Credit: Gustavo Pazmiño, BIOWEB Ecuador
in foto: Credit: Gustavo Pazmiño, BIOWEB Ecuador

Il nuovo anfibio somiglia molto ad altre tre raganelle scoperte negli anni '80 del secolo scorso dal professor David Hillis, membro dell'Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti d'America. È proprio questo studioso che gli scienziati dell'università di Quito hanno deciso di dedicare il nome scientifico della nuova, affascinante specie. Il dottor Almeida-Reinoso e i colleghi, per essere certi che si trattasse di una specie realmente nuova, hanno condotto approfonditi studi genetici e morfologici sugli esemplari catturati.

Purtroppo, come spesso accade con gli anfibi appena scoperti, anche la Hyloscirtus hillisi è già seriamente minacciata di estinzione. Un dato ancor più drammatico, se si considera che sopravvive in un habitat remoto e molto difficile da raggiungere. I dettagli sulla nuova specie sono stati pubblicati sull'autorevole rivista scientifica specializzata Zookeyes.