astrologia

Si fa sempre più dura la vita degli astrologi da quando c’è il CICAP. Il Comitato degli “scettici” del paranormale ormai ogni anno, alla vigilia di San Silvestro, emette uno speciale bollettino per sbugiardare le previsioni e le profezie degli astrologi per l’anno appena finito, ottimo contraltare al fiorire di almanacchi, oroscopi e speciali astrologici in edicola, libreria e persino in televisione a cui si assiste impotenti a cavallo di ogni nuovo anno. Ma, dal 1989 – anno di fondazione del CICAP – a oggi il numero di predizioni verificabili ha subito un significativo calo. Sono passati i tempi in cui personaggi come Peter Van Wood si lanciavano in precise dissertazioni sugli avvenimenti politici e le morti illustri dell’anno che stava per iniziare dalle pagine di eminenti rotocalchi: “Quest’anno neanche il popolare Almanacco di Barbanera, giunto alla duecentocinquantesima edizione, riportava previsioni verificabili”, lamentano Andrea Proietti Lupi e Francesco Ruggirello che hanno curato il bollettino 2012 dei flop astrologici. Ma qualcuno ha pensato bene di provarci comunque, andando incontro ai consueti “epic fail”.

La vittoria di Romney e la morte di Elisabetta

teodora_stefanova

Tentando di prevedere lo scenario politico dell’anno appena conclusosi, Teodora Stefanova aveva previsto un governo Berlusconi fino al termine naturale del mandato nel 2013, mentre Matteo Pavesi andava controcorrente, prevedendo elezioni anticipate e un nuovo governo entro l’estate scorsa. Nessuno dei due, insomma, è riuscito a scrutare tra le costellazioni l’imponderabile ascesa di Mario Monti. La Stefanova puntava anche su un candidato donna per i Repubblicani nelle presidenziali USA di quest’anno, mentre Obama ha dovuto vedersela con un più prevedibile Mitt Romney. Proprio Romney era stato dato per vincente da Blair Robertson, uno dei pochi veggenti di fama internazionale che si arrischia ancora a fare previsioni verificabili, mentre per l’astrologa belga Audray Galliard in Francia avrebbe rivinto Nicholas Sarkozy.

Sul versante delle morti illustri, quest’anno secondo il Maestro Bassin sarebbe scoccata l’ora fatale per la Regina Elisabetta (la sovrana ha invece festeggiato in ottima forma i suoi 60 anni di regno), che ci avrebbe lasciati insieme a Dario Fo. Purtroppo tra le predizioni azzeccate c’è invece la morte di Rita Levi Montalcini, proprio per un soffio, ma anche abbastanza facile dati i 103 anni della veneranda scienziata. Papa Benedetto XVI ha superato in buona salute questo 2012 a dispetto del noto esegeta di Nostradamus, Luciano Sampietro, che a più riprese ne ha profetizzato la morte, fissandola questa volta per dicembre, insieme all’avversarsi della profezia Maya.

La fine del mondo e il successo della Carrà

perfetti_2013

E certo i Maya alla lunga sono i grandi sconfitti di quest’anno, a loro insaputa perché, poveracci, di profezie sulla fine del mondo non ne avevano mai fatta alcuna. Ma di previsioni assurde e bizzarre sul 21 dicembre 2012 ne sono spuntate a migliaia in questi ultimi mesi, nessuna delle quali realizzatasi: niente inversioni del campo magnetico, niente arrivo di asteroidi o pianeti X, niente funesti allineamenti planetari e nemmeno annunci dell’arrivo degli extraterrestri, come l’inossidabile Stefanova aveva assicurato su AffariItaliani.it. E fallite sono state anche le previsioni di numerosi terremoti devastanti, attribuite come già l’anno scorso al defunto sismologo dilettante Raffaele Bendandi, diventato beniamino di tanti sedicenti gruppi di studio online che sostengono di aver individuato ciclicità o correlazioni astronomiche con i grandi eventi sismici. “Queste previsioni sono preoccupanti perché proprio il loro aspetto ingannevolmente scientifico può trarre in inganno più delle previsioni astrologiche”, osserva Massimo Polidoro, segretario nazionale del CICAP.

Successo invece per Mauro Perfetti, Teodora Stefanova e diversi altri astrologi che al primo colpo azzeccano la notizia della gravidanza di Kate Middleton. Che la moglie dell’erede al trono William d’Inghilterra avrebbe un giorno partorito un figlio, era peraltro cosa piuttosto scontata. Gli va invece male, a Mauro Perfetti, la previsione di una gravidanza anche per Charlene Wittstock, che avrebbe dovuto regalare al Principato di Monaco il suo erede, e per l’attrice Vittoria Puccini. Sempre Perfetti aveva previsto, tra gli eventi più prosaici, un grande revival per Raffaella Carrà – rimasta in ombra – e un flop per Noemi a Sanremo, dove invece ha ottenuto un buon terzo posto. Niente Coppa dei Campioni al Real Madrid, come sosteneva la Stefanova, né ori per Federica Pellegrini alle Olimpiadi di Londra, mentre il Maestro Bassin fallisce nell’aver attribuito alla Germania la vittoria degli Europei di calcio. Ma una previsione ci sentiamo di farla anche noi: anche per il 2013 gli astrologi ne diranno delle belle e torneremo a parlarne tra un anno.