Il commercio illegale dei farmaci contraffatti, catalizzato dalla ‘riservatezza' di internet, ha assunto proporzioni drammatiche, tanto che in Europa supera di ben 25 volte quello delle sostanze stupefacenti. Un vero e proprio boom che sta mettendo a repentaglio la salute di moltissime persone, in particolar modo uomini con disfunzioni erettili, che invece di rivolgersi all'andrologo preferiscono acquistare le ‘pillole dell'amore' su siti loschi. Circa il 60-70 percento dei farmaci illegali in circolazione riguarda la sfera sessuale maschile, come indicato dall'AIFA, l'Agenzia Italiana del farmaco. Il fenomeno è reso ancor più preoccupante dal fatto che sta coinvolgendo anche giovani ragazzi senza questi problemi, spinti dall'idea (sbagliata) di poter migliorare le proprie prestazioni sotto le lenzuola.

I numeri del commercio illegale dei farmaci in Italia, divulgati in occasione della settimana contro contraffazione, sono allarmanti. Nel solo quadriennio tra il 2014 e il 2017, spiega il comandante dei carabinieri per la tutela della salute Adelmo Lusi, sono stati eseguiti circa 18mila controlli, durante i quali sono state sequestrate 2,4 milioni di confezioni e 4 milioni di fiale o compresse. Le indagini hanno portato all'arresto di oltre 200 persone e oltre 3mila sono state denunciate. Il mercato della contraffazione dei farmaci è secondo soltanto a quello dell'abbigliamento “tarocco”, la cui diffusione spesso si palesa anche alla luce del giorno.

Ma perché sono così pericolosi questi farmaci contraffatti? A spiegarlo è il dottor Vincenzo Mirone, responsabile della comunicazione presso la Società Italiana di Urologia (SIU), che in occasione della settimana contro la contraffazione ha avviato la campagna “La tua salute vale di +” volta a sensibilizzare l'opinione pubblica (in particolar modo quella maschile) sulla pericolosità delle pillole taroccate. “I farmaci contraffatti o falsificati – ha dichiarato il dirigente – costituiscono un grave rischio per la salute pubblica. In molti casi contengono elementi pericolosissimi per la salute: nei prodotti sequestrati sono stati trovati vernici stradali e gesso, tracce di arsenico e veleno per topi”. Senza contare che a volte questi farmaci non contengono il principio attivo o ne contengono troppo poco, risultando totalmente inefficaci. In altri casi invece il principio attivo è troppo, rendendoli ancor più dannosi alla salute, in aggiunta ad altri contaminanti e impurità.

Il motivo per cui vengono acquistati i farmaci illegali, moltissimi dei quali provenienti dall'India, è legato al costo ‘vantaggioso' e alla vergogna provata dagli uomini nel parlare di disfunzione erettile con il medico. Una combinazione che può essere scardinata solo con una corretta informazione, da diffondere anche nelle scuole.

[Credit: Stevepb]