La fisica italiana Fabiola Gianotti è stata riconfermata fino al 2025 alla guida del CERN, l'Organizzazione europea per la ricerca nucleare. Si tratta di un grandissimo riconoscimento per la studiosa, dato che il secondo mandato del Direttore Generale fino ad oggi non era previsto per lo statuto del CERN . La scienziata, nata a Roma nel 1960, fece parte del gruppo di ricercatori che scoprì il bosone di Higgs, una particella – nota col soprannome di "particella di Dio" – rilevata per la prima volta nel 2012 grazie agli esperimenti ATLAS CMS. Alla studiosa italiana, alla guida del CERN dal 2016, è stato anche dedicato un asteroide della fascia principale scoperto nel 2006 (214819 Gianotti). Nel 2013 fu inserita nella lista delle cento donne più potenti al mondo dalla prestigiosa rivista FORBES.

La notizia della riconferma, diffusa dal CERN via Twitter, ha già suscitato diverse reazioni in Italia. "Fabiola Gianotti è stata rieletta alla guida del Cern di Ginevra fino al 2025. È una notizia bellissima, una donna che ci rende orgogliosi di essere italiani, una scienziata che è un modello per tutti i giovani. Orgogliosi di te! Viva l'Italia della ricerca e della qualità", ha dichiarato l'ex Primo Ministro Matteo Renzi. Gli ha fatto eco il sottosegretario al ministero degli Esteri Manlio Di Stefano: "Una bellissima notizia arriva da Ginevra, la Professoressa Fabiola Gianotti è stata rieletta Direttrice Generale del CERN con 19 voti su 23. La professoressa Giannotti è stata la prima donna a diventare Direttrice Generale del CERN ed è stata lei ad annunciare al mondo la scoperta del bosone di Higgs, ‘la particella di Dio'. La sua brillante conferma alla guida del CERN, ad ulteriore riprova delle straordinarie qualità e capacità della nostra candidata, è frutto del rispetto che si deve in ambito scientifico all'Italia e della capillare azione di sensibilizzazione svolta dalla Farnesina a tutti i suoi livelli e rappresenta un grande successo per l'Italia e per la comunità scientifica nazionale".

La Gianotti, figlia di un geologo e di una letterata, si trasferì da Roma a Milano, dove nel 1984 si laureò in fisica sub-nucleare presso l'Università Statale. Entrata al CERN di Ginevra 3 anni più tardi, lavorò a diversi importanti esperimenti, tra i quali il più prestigioso è stato l'ATLAS, che coinvolse alcune migliaia di scienziati provenienti da tutto il mondo. Fu proprio lei assieme al collega Joseph Incandela ad annunciare il rilevamento del bosone di Higgs nel 2012. Dal 2016 è stata eletta Direttore Generale del CERN. Oggi la bellissima notizia della riconferma.