Telmo Pievani è uno di quegli studiosi che, nonostante facciano ricerca e insegnino argomenti all'apparenza ostici – nel suo caso la filosofia della scienza -, sono in grado di appassionare ai loro temi d'indagine qualsiasi tipo di pubblico. Fanpage lo ha intervistato a Futuro Remoto 2012 prima della sua conferenza "La Terra non è più sola" in cui Pievani, tra i massimi esperti di teoria dell'evoluzione in Italia, si è cimentato con un argomento un po' fuori dagli schemi, ossia il ruolo degli eventi "extraterrestri" nello sviluppo della vita sul nostro pianeta. Per eventi extraterrestri Pievani intende gli scenari che ipotizzano apocalissi planetarie come l'impatto di grandi asteroidi per spiegare le estinzioni di massa e il ruolo che le comete potrebbero aver avuto nel portare sulla Terra i mattoni della vita secondo l'ipotesi della panspermia. Per arrivare poi al tema più eccitante: la possibilità sempre più concreta che le scoperte di pianeti extrasolari dimostrino che la nascita e l'evoluzione della vita sia avvenuta anche altrove al di fuori della Terra.

Scenari che rivoluzionano gli attuali studi scientifici sull'evoluzione dei sistemi viventi e porterebbero a nuove domande sulla vita e anche sul ruolo di un eventuale creatore. Attento studioso del dibattito ancora in corso tra evoluzionisti e creazionisti, Telmo Pievani si sofferma su quest'ultimo tema per ricordarci che tanti sono ancora i punti oscuri del processo evolutivo, ma che l'evoluzione da tempo non è più un'ipotesi, ma una realtà concreta che ci spinge a riflettere sulla fortuna che abbiamo avuto nel vincere la grande lotteria della vita.