Donne e testosterone
in foto: Donne e testosterone

Il testosterone spesso viene utilizzato come elemento chiave nella distinzione fra maschio e femmina. Questo ormone, infatti, presente in entrambi i sessi, è considerato il simbolo della virilità e mascolinità, tanto che gli stessi scienziati sono arrivati a chiedersi se gli uomini abbiano atteggiamenti più risoluti perché hanno più testosterone o se abbiano più testosterone perché di solito assumo atteggiamenti più risoluti? Un po' come chiedersi se sia nato prima l'uovo o la gallina. La risposta a questa domanda è racchiusa nello studio “Effects of gendered behavior on testosterone in women and men” pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences dai ricercatori della University of Michigan.

La ricerca ha chiesto la collaborazione di alcuni attori, sia maschi che femmine, che sono stati suddivisi in tre gruppi, ad ognuno dei quali è stato richiesto di svolgere un determinato compito:

  • Gruppo 1 – soli maschi – inscenare un licenziamento, prima con un atteggiamento maschile e poi con un atteggiamento femminile
  • Gruppo 2 – sole femmine – inscenare un licenziamento, prima con un atteggiamento maschile e poi con un atteggiamento femminile
  • Gruppo 3 – di controllo – vedere un documentario

Ad ogni partecipante è stato misurato il livello di testosterone sia prima che dopo ogni attività.

I dati raccolti hanno evidenziato che mentre nei maschi il livello di testosterone rimaneva lo stesso o comunque le variazioni non erano degne di importanti segnalazioni, nelle donne l'ormone aumentava significativamente quando assumevano comportamenti maschili.

Quanto analizzato ha portato i ricercatori a sostenere che le differenze nei livelli di testosterone tra uomo e donna non hanno una spiegazione a livello biologico, ma comportamentale: in pratica, gli uomini sono più abituati e portati ad avere atteggiamenti assertivi e aggressivi rispetto alle donne.

[Foto copertina di PublicDomainPictures]