13 Agosto 2019
18:44

Ecco Astro, la tuta spaziale di nuova generazione che proteggerà gli astronauti su Luna e Marte

In seno a un evento celebrativo per il 50esimo sbarco sulla Luna è stata presentata la Astro, una tuta spaziale di ultima generazione che coniuga versalità, comfort e tecnologie avanzatissime per gli astronauti. È stata messa a punto da due aziende che si occupano delle tute degli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale, e che in passato collaborarono con la NASA per quelle delle missioni Apollo.
A cura di Andrea Centini
Credit: Collins Aerospace
Credit: Collins Aerospace

Presentata “Astro”, la tuta spaziale di nuova generazione che, previo superamento di tutti i rigidi test, supporterà gli astronauti impegnati nelle nuove missioni sulla Luna e nella pionieristica conquista di Marte. Il prototipo ipertecnologico della tuta, progettata per essere più leggera, compatta e versatile della “EMU” attualmente in dotazione agli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), è stato presentato in un evento celebrativo tenutosi a Capitol Hill a Washington DC, in occasione del 50esimo anniversario dello sbarco sulla Luna di Neil Armstrong e Buzz Aldrin, in seno alla celebre missione Apollo 11.

Tuta con Pedegree. A progettare la Astro le aziende specializzate ILC Dover e Collins Aerospace, che non solo hanno contribuito alla creazione delle attuali tute degli astronauti a bordo della ISS, ma furono coinvolte anche nella progettazione di quelle degli astronauti delle missioni Apollo. Un'esperienza pluridecennale che è stata affiancata dalle più moderne soluzioni tecnologiche per fornire agli astronauti il massimo comfort, efficienza sul campo, comunicazione avanzata e resistenza. La tuta vera e propria è stata messa a punto da ILC Dover, mentre Collins Aerospace ha progettato lo zaino del supporto vitale.

Migliorie. A differenza delle tute attuali, la Astro possiede un sistema di rimozione dell'anidride carbonica molto più efficiente; ciò garantirà attività extraveicolari (EVA, le cosiddette “passeggiate spaziali”) sia nello spazio che sul suolo della Luna e di Marte per periodi più lunghi. Tra le migliorie che verranno più apprezzate dagli astronauti ci sono i giunti di mobilità che permettono i movimenti del busto. La tuta può essere rapidamente configurata sia per l'esplorazione planetaria che per le EVA, offrendo una versatilità inedita. A rendere l'Astro ancor più tecnologica vi è un sistema di visualizzazione digitale che permetterà di comunicare attraverso video in alta definizione, sfruttare comandi vocali e monitorare tutti i parametri in tempo reale sul monitor. Dovremmo vedere le prime Astro in azione durante la missione Artemis della NASA, che dovrebbe riportare un essere umano sulla Luna nel 2024.

Com'è fatta la nuova stazione spaziale cinese e cosa faranno gli astronauti appena sbarcati
Com'è fatta la nuova stazione spaziale cinese e cosa faranno gli astronauti appena sbarcati
La NASA ha presentato le nuove tute spaziali per gli astronauti della missione Artemis sulla Luna
La NASA ha presentato le nuove tute spaziali per gli astronauti della missione Artemis sulla Luna
Marte, ‘ibernare’ gli astronauti in un sonno profondo per portarli nello spazio
Marte, ‘ibernare’ gli astronauti in un sonno profondo per portarli nello spazio
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni