Una buona notizia per chi non vede l'ora di trascorrere qualche giorno tra i fiumi di birra che irrorano Monaco in occasione della Oktoberfest e, in generale, per tutti gli amanti della bevanda alcolica ricavata dalla fermentazione del malto d'orzo, tra le più antiche esistenti al mondo. Un gruppo di ricercatori americani ha infatti reso noti i risultati di uno studio che dimostrerebbe come un composto naturale, presente nel vino rosso, nella cioccolata e nel luppolo che si utilizza per la produzione della birra, svolgerebbe un ruolo importante nel rafforzamento delle funzioni cognitive.

Lo xantumolo

Gli studiosi, autori di un paper pubblicato da Behavioural Brain Research, hanno infatti testato gli effetti dello xantumolo, una molecola della famiglia dei flavonoidi, su alcuni topolini da laboratorio, sia giovani sia adulti, per verificare come se la cavavano in un labirinto. Ne è emerso che le cavie più giovani, trattate con xantumolo, mostravano un miglioramento significativo nella loro flessibilità cognitiva, con un più ampio range di capacità nel comprendere il compito che era stato loro assegnato. Il medesimo trattamento, sui topolini più anziani, però, non ha dato luogo a risultati analoghi: misteriosamente lo xantumolo sembra non avere alcun effetto su quelle proteine che, quando vengono alterate dal flavonoide nel caso di animali più giovani, sembrano rendere questi ultimi più svegli e intelligenti.

Potenziare la memoria… Con la birra?!

Questo, secondo i ricercatori, dovrebbe spingere ad indagare ulteriormente nelle proprietà dei flavoinoidi per sviscerarne i segreti e scoprire in che modo potrebbero essere un importante aiuto per la memoria negli esseri umani. In ogni caso, se stavate pensando di correre a comprare una cassa da sei birre al supermercato prima di mettervi a lavorare, sappiate che gli scienziati lo sconsigliano caldamente: la dose di xantumolo data alle cavie, in effetti, era piuttosto elevata, al punto che, se aveste partecipato allo studio, avreste dovuto bere 2.000 litri di birra in un giorno per raggiungere i livelli dei topolini. Pensate di riuscirci?