Un esempio di come dei post provenienti da siti satirici possa essere riciclato, mediante il solito copia-incolla a scopo di clickbait, può essere quello della circoncisione obbligatoria dei neonati entro il 2020. La decisione sarebbe stata annunciata dalla ministra Lorenzin, già sotto attacco da parte degli anti-vaccinisti per il provvedimento sull'obbligatorietà delle vaccinazioni, con tanto di divieto di andare a scuola per i bambini non vaccinati.

La fonte originale: un sito satirico.

Nel testo originale – proveniente dal sito satirico La chiave orgonica – il responsabile dell'iniziativa volta a circonciderci tutti sarebbe un fantomatico "ministro Ugo Malvozzo". Già da questo momento si dovrebbe capire che qualcosa non va. La satira in chiave complottista mira infatti a suscitare non solo divertimento immediato da parte del lettore più accorto, ma anche quello indiretto verso chi crede alla notizia in maniera totalmente acritica, senza la minima attenzione agli indizi che il testo stesso mette a disposizione. Il proclama attribuito al sedicente ministro è il seguente

Nell’ottica della prevenzione di malattie genitali maschili, e una riduzione della spesa sanitaria pubblica – dice il ministro Ugo Malvozzo – la circoncisione dei neonati è un segno di civiltà e rispetto, oltre ad essere frutto del progresso scientifico.

Il taglio dell'articolo scimmiotta i sentimenti antisemiti e più specificamente anti-islamici del lettore gentista medio, adducendo a manovre buoniste da parte del Governo volte all'uguaglianza verso queste minoranze religiose, dove effettivamente si pratica la circoncisione. Infine si fanno allusioni ad una presunta adesione al sionismo da parte di Roberto Burioni. Dopo un anno dalla pubblicazione l'articolo continua ad essere riproposto in Rete e diffuso in diverse pagine Facebook, frequentate da utenti ormai polarizzati verso qualsiasi tesi di complotto.

Le vere ragioni sanitarie della circoncisione.

Ma siamo sicuri che la circoncisione sia una misura necessaria dal punto di vista dell'igiene? Questa pratica consiste nell’asportare il prepuzio, il cappuccio di pelle che copre il glande, previa stima della quantità di pelle da rimuovere. Se da un lato questo facilita la pulizia del membro, dall'altro non è detto che garantisca una maggiore igiene e protezione da malattie. Il punto è che bisogna sapersi lavare bene. Non esiste una disparità significativa, tale da rendere necessari provvedimenti governativi.

Quando la circoncisione è davvero utile. Esistono comunque casi specifici in cui la circoncisione è consigliata, per esempio nel caso di "fimosi", problema che può rendere doloroso l'atto sessuale; in alcune popolazioni questa pratica può anche aiutare nella lotta contro la diffusione dell'Aids, come riportato anche dall'Oms. Non esistono in Italia ragioni valide per imporre la circoncisione ai bambini, né entro il 2020 né mai.