Credit: pasja1000
in foto: Credit: pasja1000

Le donne incinte che seguono una dieta ricca di fibre hanno un rischio inferiore di avere figli affetti da celiachia, un'infezione intestinale cronica legata all'ingestione del glutine che può avere gravi conseguenze per la salute. A dimostrare per la prima volta una correlazione tra assunzione di fibre durante la gravidanza e lo sviluppo della celiachia è stato un team di ricerca guidato da scienziati dell'Istituto di Salute Pubblica Norvegese, che ha analizzato statisticamente i dati di circa 90mila bambini nati nel Paese nordico tra il 1999 e il 2009.

La ricerca. Gli scienziati, coordinati dal professor Ketil Størdal, docente presso l'istituto norvegese e gastroenterologo pediatrico all'Østfold Hospital Trust, alla 22esima settimana di gravidanza hanno sottoposto alle donne incinte un questionario relativo al loro consumo di fibre e glutine, e successivamente hanno seguito i bambini nati per un periodo di follow-up medio di 11 anni. L'1,1 percento dei piccoli coinvolti nella ricerca ha sviluppato la celiachia.

Fibre protettive. Incrociando tutti i dati è emerso che le donne che seguivano la dieta col più alto contenuto di fibre (oltre 45 grammi al giorno) avevano un rischio ridotto del 34 percento di avere figli affetti da celiachia rispetto alle donne che consumavano poche fibre (meno di 19 grammi al giorno). Il rischio si riduceva dell'8 percento circa per ogni 10 grammi in più di fibre consumate ogni giorno. Størdal e colleghi hanno determinato che le fibre più protettive erano quelle derivate da frutta e verdura rispetto a quello dei cereali. Un altro dato significativo è quello relativo al consumo di glutine durante la gravidanza; esso, infatti, non sembra essere statisticamente associato all'insorgenza della patologia nei bambini.

I risultati. Gli scienziati norvegesi tengono a precisare che il loro è un risultato preliminare che dovrà essere confermato da ulteriori ricerche più approfondite. Alla luce di ciò non si sentono ancora di raccomandare specifici modelli alimentari in gravidanza per ridurre le probabilità di far sviluppare la celiachia ai propri figli. Secondo Størdal e i suoi collaboratori la dieta ricca di fibre potrebbe modificare il microbiota intestinale (l'insieme di batteri) dei piccoli proteggendoli dalla celiachia, ma anche questa ipotesi andrà verificata. I dettagli della ricerca sono stati annunciati in seno al 52esimo Meeting Annuale della European Society of Paediatric Gastroenterology, Hepatology and Nutrition (ESPGHAN).