Tintura per capelli. Credit: artursphoto
in foto: Tintura per capelli. Credit: artursphoto

Le tinture permanenti per i capelli e i prodotti liscianti potrebbero aumentare il rischio di sviluppare il cancro al seno. A determinarlo è stato un team di ricerca americano guidato da scienziati del National Institute of Environmental Health Sciences (Niehs), che hanno collaborato a stretto contatto con i colleghi del Dipartimento di Epidemiologia presso l'Università della Carolina del Nord di Chapel Hill e del National Toxicology Program.

Gli scienziati, coordinati dalla professoressa Alexandra White, direttrice dell'istituto statunitense, sono giunti alle loro conclusioni dopo aver analizzato statisticamente i dati di circa 50mila donne coinvolte nel cosiddetto “Sisters Study”, lo studio sulle sorelle di donne che hanno sviluppato il carcinoma mammario. Incrociando tutti i dati è emerso che il 9 percento delle donne che si erano tinte i capelli con prodotti permanenti nei dodici mesi antecedenti alla ricerca ha sviluppato il cancro al seno. Il rischio osservato è stato sensibilmente più elevato nelle donne afroamericane; coloro che avevano utilizzato i prodotti permanenti per almeno 5 o 8 settimane avevano infatti il 60 percento di probabilità in più di sviluppare la malattia rispetto a chi non ne faceva uso. Nelle donne bianche un utilizzo analogo comportava invece un aumento del rischio dell'8 percento.

“In passato il legame tra tinture per capelli e cancro è stato studiato a lungo, ma i risultati sono sempre stati incoerenti. Nella nostra indagine abbiamo osservato un rischio più elevato di cancro al seno associato all'uso della tintura per capelli, con un effetto maggiore nelle donne afroamericane, in particolar modo in quelle che ne fanno un uso frequente”, ha sottolineato la professoressa White, commentando i risultati della ricerca.

Un altro dato interessante emerso dall'indagine è quello relativo all'uso di piastre chimiche per lisciare i capelli. Le donne che hanno usato la piastra almeno ogni 5-8 settimane presentavano infatti circa il 30 percento di probabilità in più di sviluppare il cancro al seno. In questo caso l'associazione è risultata simile tra le donne bianche e quelle afroamericane, benché queste ultime le utilizzassero molto più spesso. White e colleghi non hanno trovato associazioni statistiche significative tra cancro al seno e utilizzo di tinture semipermanenti o temporanee. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica specializzata International Journal of Cancer.