Abituati a vederla a quasi 400.000 chilometri di distanza, ad avvolgerla di pensieri romantici, può sembrare strano ritrovarsi a vagare tra i suoi crateri. Eppure, grazie alla mappa messa a disposizione dalla Nasa, si può girare comodamente da casa per il polo nord della Luna. Facendo lo zoom nella mappa si possono vedere anche quei crateri che dalla Terra è impossibile scorgere, scoprendo con grande sorpresa il bombardamento di meteoriti di cui è stato oggetto il nostro satellite naturale. L'immagine della Luna proposta dalla Nasa è il prodotto di 10.581 fotografie inviate dalle telecamere del Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO). John Keller, scienziato del Goddard Space Flight Center della Nasa, "queste immagini uniche sono una risorsa enorme per gli scienziati e il pubblico".

La grandezza del polo nord riportato nella mappa equivale a circa un terzo degli Stati Uniti e si tratta di una dell'operazione di ricostruzione più dettagliata sul nostro satellite. Un lavoro simile è stato pubblicato tempo fa da Google, che ha messo a disposizione degli utenti un servizio Google Maps sia per la Luna che per Marte, sempre sulla base delle rilevazioni della Nasa.