I bambini nati prematuramente hanno meno probabilità di sperimentare relazioni romantiche, frequentare partner sessuali e avere dei figli. Lo ha determinato un team di ricerca internazionale guidato da scienziati dell'Università di Warwick, Regno Unito, che hanno collaborato a stretto contatto con un collega dell'istituto Psychologische Hochschule di Berlino, Germania. Gli scienziati, coordinati dalla professoressa Marina Mendonça, docente presso il Dipartimento di Psicologia dell'ateneo britannico, sono giunti alla loro conclusione dopo aver condotto una revisione sistematica e meta-analisi di 21 differenti studi, con ben 4,4 milioni di bambini coinvolti.

La ricerca. Dall'analisi statistica dei dati è emersa chiaramente l'associazione tra nascita prematura e minore probabilità di vive relazioni sentimentali e sessuali, oltre che con l'esperienza della genitorialità. Nello specifico, Mendonça e colleghi hanno osservato che i bambini nati al di sotto della trentasettesima settimana di gestazione (una gravidanza dura in media 40 settimane) aveva il 28 percento in meno di probabilità di vivere una relazione romantica nell'età adulta. Gli scienziati hanno rilevato anche che gli adulti nati prematuri avevano il 22 percento in meno di probabilità di avere dei figli e 3,2 volte in meno le probabilità di frequentare un partner sessuale. Statistiche analoghe sono state rilevate anche per i bambini nati al termine naturale della gravidanza ma con un peso inferiore alla norma.

I risultati. Poiché numerose ricerche hanno dimostrato che le relazioni intime e sentimentali migliorano significativamente il benessere, la felicità e la qualità della nostra vita, gli autori dello studio indicano che gli insegnanti e gli operatori sanitari dovrebbero fare tutto il possibile per spronare i bambini nati prematuramente all'integrazione sociale. È noto infatti che i bimbi prematuri tendono ad avere un carattere più timido e introverso, sperimentano una vita sociale meno attiva, prendono meno rischi e cercano meno il divertimento. “Poiché i bambini prematuri tendono ad essere più timidi, sostenendoli a fare amicizia e a integrarsi nel loro gruppo di coetanei li aiuterà a trovare partner romantici, avere rapporti sessuali e diventare genitori. Tutto ciò migliora il benessere”, ha affermato il coautore dello studio Dieter Wolke. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica JAMA Network Open.