Considerando che la cucina italiana non prevede un grande uso di spezie, i portabandiera dell'orgoglio virile italiano potrebbero sentirsi quanto meno piccati dalle curiose conclusioni a cui è giunto uno studio francese: ma, considerando che anche i nostri cugini d'oltralpe hanno sempre manifestato orientamenti analoghi in fatto di alimentazione, ci si può confortare immaginando che la ricerca non abbia fatto piacere neanche a loro. Alcuni scienziati dell'università di Grenoble, infatti, hanno recentemente reso noti i risultati di un lavoro secondo il quale un regolare consumo di peperoncino piccante o di curry, ad esempio, avrebbe l'effetto di innalzare i livelli di testosterone nell'organismo degli uomini, rendendoli più inclini ad intraprendere avventure sessuali.

Il testosterone fa amare il piccante…

La concentrazione di testosterone nel sangue e nella saliva costituisce un tratto individuale che varia da persona a persona. In alcuni casi si presenta con livelli nettamente più alti, portando a degli effetti che sono stati già oggetto di molti studi: pare, infatti, che gli uomini con molto testosterone tendano a mostrare atteggiamenti "dominanti" non solo nell'ambito di conversazioni o di comportamenti ordinari, ma anche nella scelta di carriere particolarmente impegnative o che comportano rischi importanti (come il mettere su un'impresa, ad esempio). Possibile, dunque, che questa estrema ricerca di stimoli abbia dei riflessi anche nell'ambito dell'alimentazione? Se lo sono chiesto gli studiosi francesi, partendo da una considerazione: il sapore piccante, generato dalla capsaicina contenuta ad esempio nel peperoncino, è tendenzialmente preferito dagli uomini, nei quali la concentrazione di testosterone è superiore di oltre dieci volte rispetto a quella dell'organismo femminile. Questa preferenza risulta più spiccata in quelle persone che, nella vita, mostrano di cercare sensazioni forti in diversi settori della vita, dallo sport, al lavoro, alla vita sociale: questo è quanto sostengono lavori già svolti in precedenza. Diverse pubblicazioni, insomma, sottolineano come le persone "estroverse" – e anche le più irritabili, in realtà – preferiscano i cibi molto speziati, conferendo un ruolo importante alla genetica nelle preferenze alimentari di ciascuno.

… O il piccante fa aumentare il testosterone?

Queste osservazioni rendono quindi plausibile l'ipotesi di un legame tra il testosterone ed il consumo di peperoncino: da qui, ha spiegato Laurent Bèuge, è nata l'idea di  condurre una verifica su 114 uomini francesi, di età compresa tra i 18 e i 44 anni. I risultati, pubblicati dalla rivista scientifica Physiology and Behavior, hanno evidenziato come gli uomini con livelli più alti di testosterone, quindi con caratteristiche da "dominanti", siano quelli che maggiormente tendono a preferire i cibi piccanti. Ma le cose potrebbero anche stare esattamente al contrario: uno studio condotto sui roditori, infatti, aveva dimostrato come il consumo di capsaicina aumentava il livello medio di testosterone nell'organismo. Quindi l'ormone associato alla virilità potrebbe essere più presente in quelli che amano il cibo speziato non per ragioni genetiche ma proprio in conseguenza del consumo di pepe, peperoncino e curry: un'informazione che potrebbe tornare utile agli uomini interessati a ben coltivare la propria virilità.