Uno studio condotto dall'Osservatorio Grana Padano (OGP) ha dimostrato che consumare 60 grammi di cioccolato a settimana è una sana abitudine che protegge il nostro cuore. Il cacao in esso contenuto, infatti, ridurrebbe il rischio di patologie cardiovascolari come l'ipertensione e l'ipercolesterolemia, che a loro volta sono fattori scatenanti per ictus e infarto del miocardio, tra le principali cause di morte nei paesi occidentali. Gli autori dello studio hanno coinvolto nel progetto circa 4.200 italiani adulti, in leggera prevalenza donne (56 percento), e intervistandoli sul consumo di cioccolato è emerso che la media “virtuosa” per il cuore è risultata essere quella di 8,5 grammi al giorno.

La statistica è risultata particolarmente interessante quando i risultati estrapolati dall'indagine sono stati messi a confronto con quelli del cosiddetto indicatore Passi, che tiene conto dei fattori di rischio cardiovascolare nella popolazione italiana tra i 18 ed i 69 anni. Per il campione di intervistati dall'Osservatorio Grana Padano è emerso che soltanto il 12 percento era in cura farmacologica per l'ipertensione, contro il 19,8 percento della media nazionale, mentre aveva colesterolo e trigliceridi alti soltanto il 4 percento, contro una media nazionale di affetti da ipercolesterolemia del 23,6 percento. Dai dati è emerso inoltre che i soggetti senza tali patologie consumavano più cioccolato (sempre nei limiti raccomandati) rispetto agli altri.

Gli effetti benefici del cioccolato erano già stati portati alla luce da studi precedenti, come quello della Brown University che ha dimostrato l'impatto positivo dei flavanoli – flavonoidi contenuti nel cacao – sulla salute del cuore e dei vasi sanguigni. Altre ricerche avevano invece mostrato un'associazione tra moderato consumo di cioccolato e una riduzione nel numero di ricoveri e decessi per scompenso cardiaco, oltre che la diminuzione di una proteina legata ai processi di infiammazione e al rischio cardiologico.

“Il cioccolato – sottolinea la dottoressa Michela Barichella dell'OGP – non solo ha un effetto positivo sull’apparato cardiovascolare, ma induce una sensazione di benessere e migliora la resistenza alla fatica e la concentrazione perché contiene modeste dosi di sostanze eccitanti come caffeina e teobromina. Inoltre migliora il tono dell’umore perché stimola la sintesi della serotonina”. Il consumo naturalmente deve essere moderato perché gli effetti benefici non sono cumulativi e sopratutto perché i cibi che contengono cacao sono molto calorici. Il quantitativo di cioccolato ideale, si spiega nel comunicato dell'OGP, è di 20 grammi di cioccolato fondente al 70 percento tre volte a settimana.

[Foto di AlexanderStein]