Credit: Robertgreene674
in foto: Credit: Robertgreene674

Un gruppo di 14 leoni è riuscito a fuggire dal grande Parco Nazionale Kruger, in Sudafrica, diventando una serissima minaccia per l'incolumità delle persone. I leoni sono stati avvistati nei pressi della miniera di Foskor Phalaborwa, a ovest del gigantesco parco nazionale, che si trova al confine con il Mozambico. Le autorità della provincia di Limpopo chiedono a tutti coloro che si trovano nell'area di prestare la “massima attenzione”.

I rischi. Come dichiarato alla BBC dall'addetto comunale Mahira Masakwameng, a differenza degli altri animali che talvolta fuggono dal parco, i leoni in libertà tendono ad attaccare le persone sistematicamente. L'uomo, che ha quasi 40 anni e ha vissuto a lungo nell'area dove ora si trovano i felini, ha detto di avere memoria di quattro attacchi, l'ultimo dei quali avvenuto qualche anno fa ai danni di un cacciatore.

Come agire. Al momento i leoni vengono attentamente monitorati dalle guardie armate, e si sta prendendo una decisione su come procedere. Reintrodurli nel parco potrebbe rappresentare un grosso problema, perché questi possenti predatori sono molto territoriali e potrebbero essere scacciati dagli altri esemplari (nel parco ce ne sono circa 1600). Inoltre, avendo trovato una via di fuga nella recinzione potrebbero sfruttarla di nuovo. C'è anche l'idea di catturarli e trasferirli in un'altra riserva naturale, ma al momento la prima opzione è reintrodurli nel Kruger.

Incidente mortale. Il Parco Nazionale Kruger è uno dei più grandi e importanti di tutta l'Africa; si estende infatti per ben 20mila chilometri quadrati, praticamente quanto lo Stato di Israele. Tenere sotto controllo tutta la recinzione è impresa ardua, tuttavia gli incidenti sono molto rari. L'ultimo è accaduto proprio il giorno prima della fuga dei leoni, e ha avuto purtroppo un esito tragico. Un bambino di due anni sarebbe stato infatti attaccato e ucciso da un leopardo in fuga. Il felino è stato già abbattuto, anche se i contorni dell'incidente non sono ancora chiari.