in foto: Rappresentazione artistica del gemello di Giove e del Sole gemello (Crediti: ESO/L. Benassi)

Un gruppo di astronomi ha scoperto che attorno ad una Stella somigliante al Sole orbita un Pianeta dalla massa analoga a quella di Giove ad una distanza molto simile a quella che separa la nostra Stella dal Gigante gassoso. Il Sole in questione si chiama HIP 11915 ed è stato osservato grazie ad HARPS, uno dei più precisi cercatori di pianeti al mondo, montato sul telescopio da 3,6 metri dell'European Southern Observatory di La Silla in Cile: gli astronomi brasiliani autori della scoperta hanno rivolto le proprie osservazioni verso di lui nel tentativo di rintracciare un sistema planetario simile al nostro Sistema Solare.

La ricerca di un Sistema gemello.

Non è la prima volta che gli scienziati incappano in un Pianeta che ricorda Giove ma, in questo caso, abbiamo a che fare con l'oggetto più similare mai individuato fino ad ora, sia in termini di massa e distanza dalla stella, sia per quanto riguarda la somiglianza tra la stella madre e il nostro Sole.

Secondo le teorie più recenti, nel conferire la sua caratteristica struttura al Sistema Solare, e quindi a creare poi le condizioni che hanno portato alla nascita della vita, Giove avrebbe giocato un ruolo fondamentale, grazie all'influenza gravitazionale esercitata sugli oggetti "vicini" durante l'epoca della formazione. Questo implica che trovare un gemello di Giove dovrebbe essere una tappa imprescindibile per identificare un sistema planetario simile al nostro.

Tracce chimiche di Pianeti rocciosi.

Ora, gli scienziati hanno individuato soltanto questi due oggetti ma vorrebbero andare a caccia di Pianeti rocciosi che, sempre per analogia, dovrebbero abitare le regioni interne: qualche indizio della loro presenza c'è. La stella madre, infatti, ha una massa, un'età e, soprattutto, una composizione molto simile a quella del Sole: poiché l'impronta chimica del Sole potrebbe essere influenzata dalla presenza dei Pianeti rocciosi nel Sistema Solare, questo suggerirebbe la possibilità di trovarne anche attorno a HIP 11915.

La ricerca di una Terra 2.0 e di un Sistema Solare 2.0 completo sono una delle imprese più emozionati in astronomia. Siamo entusiasti di far parte di questa ricerca all'avanguardia, resa possibile dalle strutture osservative fornite dall'ESO. – Jorge Melendez,Universidade de São Paulo, Brasile

Pianeti "sfuggenti"

Benché siano necessarie ulteriori indagini, al momento HIP 11915 sembra uno dei candidati più promettenti per ospitare un sistema planetario simile al nostro: in orbita attorno alla Stella, dunque, potrebbe esserci un esopianeta simile alla nostra Terra, prospettiva decisamente affascinante. Ad oggi la maggior parte delle osservazioni si concentra in direzione di Pianeti grandi o massicci e vicini alla propria Stella madre: questo perché quelli piccoli o di piccola massa sono ancora difficili da captare, esattamente come i giganti che orbitano lontani dalla Stella. E questo rende la scoperta di un Giove distante ancora più interessante, perché testimonia come gli strumenti di ricerca siano sempre più raffinati e potenti.