Un team di ricerca della Duke University ha scoperto che la polvere domestica contiene sostanze chimiche che, una volta respirate, possono influenzare il nostro sistema endocrino e farci ingrassare. Questi composti, chiamati non a caso “obesogeni”, in parole semplici riescono a interferire con gli ormoni, spingendo le cellule adipose – responsabili del deposito e della sintesi dei lipidi – a far accumulare più trigliceridi di quanto farebbero normalmente, col risultato di amplificare l'aumento di peso.

Il problema principale risiede nel fatto che tra i cosiddetti obesogeni sono presenti sostanze chimiche che si trovano ovunque, dalle vernici ai giocattoli, passando per plastiche, adesivi, vestiti e molto altro ancora, tutti oggetti che degradandosi col tempo lasciano fluire minuscoli frammenti nell'aria colmi di tali composti. Questi, mescolandosi con capelli, residui di pelle e altri detriti portati dentro casa formano la polvere domestica, i cui effetti nefasti sono ben più subdoli della semplice sporcizia.

Tra questi obesogeni si trovano il famigerato bisfenolo-A, già finito nel mirino dei ricercatori per altre conseguenze sulla salute, i ritardanti di fiamma e gli ftalati EDC (Endocrine Disrupting Chemicals). Delle 44 sostanze analizzate dai ricercatori, quelle che hanno mostrato gli effetti negativi peggiori erano la piracoblastina derivante da un pesticida, il ritardante di fiamma Terbutil-fenil difenil fosfato (TBPDP) e il dibutil ftalato (DBP), un plastificante.

Per determinarne il potere obesogeno, i ricercatori coordinati dalla professoressa Heather Stapleton dell'ateneo di Durham, una docente di etica ambientale e gestione ambientale sostenibile, hanno innanzitutto raccolto campioni di polvere in undici case della North Carolina. Dalle analisi di laboratorio è emerso che bastavano pochi microgrammi delle sostanze in essi contenuti per spingere i pre-adipociti a trasformarsi in adipociti maturi, capaci inoltre di contenere più grasso nel normale.

Gli effetti della polvere sugli adipociti. credit: Duke Universityin foto: Gli effetti della polvere sugli adipociti. credit: Duke University

Il dato è estremamente preoccupante per i più piccoli, poiché essendo più spesso a contatto col pavimento inalano le suddette sostanze in concentrazioni superiori agli adulti. In base a uno studio statistico condotto dallo US Environmental Protection Agency (EPA), infatti, respirano ben 50milligrammi di polvere domestica ogni giorno, una dose che contiene concentrazioni di composti obesogeni sensibilmente maggiore a quella valutata dagli scienziati della Duke University. Alla luce di questi risultati, c'è sicuramente una ragione in più per mantenere la propria casa libera dalla polvere. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Environmental Science and Technology.

[Foto di Vi..Cult..]