Era il 20 agosto 1897 quando per la prima volta si decise di celebrare il Mosquito Day, la giornata che ricorda il legame tra le zanzare e la trasmissione della malaria scoperto da Ronald Ross, medico britannico. Comprendere che a trasmettere la malaria fossero proprio le zanzare ha permesso di lavorare sulla prevenzione e sullo sviluppo di cure che hanno reso la malattia meno pericolosa e diffusa rispetto al passato, per quanto comunque il problema ad esso connesso resti comunque.

Cos'è la malaria.

La malaria è causata da un gruppo di parassiti, Plasmodium falciparum, che vengono trasmessi all'uomo attraverso il morso di una zanzare infetta.

Sintomi della malaria.

I primi sintomi della malaria sono febbre, freddo e nausea e appaiono da sette a quattordici giorni dopo la puntura di una zanzara infetta. Se non curata, la malaria può portare alla distruzione dei globuli rossi con conseguente anemia e ostruzione dei capillari che irrorano il cervello e gli organi, tutto ciò porta il paziente alla morte.

Diagnosi e cura della malaria.

In seguito all'insorgenza dei sintomi, i pazienti possono ottenere la diagnosi della malaria grazie a specifici esami di laboratorio. Quanto alla cura, al di là della profilassi che è sempre consiglia quando si parte verso i Paesi asiatici e africani in cui è più diffusa, si prescrivono farmaci anti-malarici.

Le zanzare e la malaria.

Ogni anno sono circa 214 milioni le persone che si ammalano di malaria, un dato che dal 2000 al 2015 è diminuito del 37%. Resta però importante il tasso di mortalità che è del 60%. Ricordiamo che il problema non sono le zanzare, queste infatti agiscono unicamente da vettore, di conseguenza per ammalarsi bisogna essere punti da una zanzare che contiene il parassita.

Le zanzare e il virus Zika.

In questi ultimi mesi, a preoccupare è anche il virus Zika trasmesso sia dalla zanzara tigre, che, principalmente, dalla Aedes aegypti. In generale non va dimenticato che le zanzare possono essere vettori di altre malattie come Dengue, Chikungunya, febbre gialla, West Nile Virus e Dirofilaria (che colpisce i cani).