I ricercatori della Case Western Reserve University sostengono che per lavarsi al meglio i denti l'ideale è farsi un video-selfie, ma perché? Gli scienziati spiegano che quando ci spazzoliamo i denti spesso agiamo senza pensare e mettiamo in atto una serie di movimenti automatici che però non sempre sono quelli giusti per donarci un sorriso pulito e perfetto. Attraverso lo studio intitolato “Using smartphone video “selfies” to monitor change in toothbrushing behavior after a brief intervention: A pilot study” e pubblicato sull'Indian Journal of Dental Research, i ricercatori ci spiegano come un video possa aiutarci.

Secondo i ricercatori, riprenderci con un telefono mentre ci laviamo i denti e inviare il video ad un dentista, ci permette di migliorare dell'8% la nostra capacità di pulirci adeguatamente, poiché lo specialista, osservandoci attraverso il video, può dirci dove sbagliamo e come rimediare. In pratica, come si poteva intuire, non è il farci un video-selfie di per sé a renderci abili spazzolatori, ma ascoltare i consigli di un esperto.

Quando compiamo un'azione come quella della pulizia orale mettiamo in atto una serie di movimenti che ormai il nostro cervello ha in memoria e compie senza “pensare”, non sempre però ci è stato insegnato il metodo corretto, questo porta al sanguinamento di gengive o ad un'igiene superficiale, eppure molti problemi dei nostri denti nascono proprio da questo rito serale e mattutino.

Grazie all'impiego di questo tipo di “rapporto” paziente-video-dentista, abbiamo modo di prevenire alcune malattie orali e di avere un sorriso migliore. Certo questa proposta dei ricercatori sembra alquanto originale, secondo loro però la “mobile health”, quindi la “salute da smartphone”, potrebbe rappresentare il futuro per questioni salutari simili a questa della pulizia dei denti.

[Foto copertina di PublicDomainPictures]