Il Viagra per le donne chiamato Vyleesi è stato approvato dalla FDA americana e quindi adesso può essere venduto per incrementare il desiderio sessuale di coloro che, in premenopausa, stanno sperimentando un calo. Vediamo insieme come funziona Vyleesi e perché alcune donne soffrono di calo del desiderio sessuale.

Vyleesi, cos’è il farmaco approvato dalla FDA. La FDA fa sapere di aver approvato un farmaco, il Vyleesi, a base di bremelanotide, che è in grado di trattare il disturbo ipoattivo del desiderio sessuale, e cioè del calo del desiderio sperimentato da alcune donne. Come spiegano gli esperti, il Vyleesi è in grado di attivare i recettori della melanocortina, un ormone espresso dalle ovaie, per stimolare il desiderio sessuale anche se, come affermano, non è chiaro come ci riesca.

Vyleesi, il viagra femminile. Gli esperti spiegano che il Vyleesi viene assunto per iniezione sotto la pelle dell’addome, 45 minuti prima di avere un rapporto sessuale e non deve essere somministrato più di una volta in 24 ore e per un massimo di 8 dosi al mese. I test effettuati fino ad ora hanno dimostrato buoni risultati: il 25% delle donne che l’hanno assunto hanno sperimentato un incremento del desiderio rispetto al 17% delle donne che avevano assunto placebo.

Gli effetti collaterali del Vyleesi. Il Vyleesi ha però qualche effetto collaterale come nausea e vomito, arrossamento, reazioni ne sito di iniezione e mal di testa. Circa il 40% delle pazienti negli studi clinici ha manifestato nausea, più comunemente con la prima iniezione di Vyleesi, e il 13% ha avuto bisogno di farmaci per il trattamento della nausea. Circa l'1% delle pazienti trattate con Vyleesi negli studi clinici ha riportato l'oscuramento delle gengive e delle parti della pelle, incluso il viso e il seno, che non sono scomparsi in circa la metà dei pazienti dopo l'interruzione del trattamento. Le pazienti con pelle scura avevano maggiori probabilità di sviluppare questo effetto collaterale.

Cos’è il disturbo ipoattivo del desiderio sessuale. Il disturbo ipoattivo del desiderio sessuale è caratterizzato da un basso desiderio sessuale che causa marcato disagio o difficoltà interpersonale e non è dovuto a una condizione medica o psichiatrica coesistente, a problemi nella relazione o agli effetti di un farmaco o di altre sostanze stupefacenti. Il disturbo ‘acquisito’ si sviluppa in una paziente che in precedenza non ha avuto problemi con il desiderio sessuale, mentre è ‘generalizzato’ quando si riferisce al disturbo che si verifica indipendentemente dal tipo di attività sessuale, situazione o partner.