5 Agosto 2021
17:13

Variante Delta e rientro a scuola in presenza: quali sono i rischi

Come in Italia, anche negli Usa si lavora alle norme che regoleranno la ripresa delle attività didattiche in presenza alla luce dei nuovi dati sulla capacità di infezione e diffusione della variante del coronavirus. Secondo gli esperti, la versione virale ha aggiunto nuovi elementi di incertezza rendendo ancora più complesso per le scuole adottare misure di sicurezza.
A cura di Valeria Aiello

Mentre in Italia si lavora alle norme che regoleranno la riapertura delle scuole in presenza e all’introduzione dell’obbligo del Green pass, anche gli Stati Uniti stanno ridisegnando le misure di contrasto della pandemia in considerazione dei nuovi dati sulla capacità di infezione e diffusione della variante Delta. La scorsa settimana, i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno rivisto le indicazioni sull’uso delle mascherine al chiuso, raccomandando il loro uso anche alle persone completamente vaccinate. Lo stesso accadrà nelle scuole, per le quali l’Agenzia indica un approccio “stratificato” delle precauzioni – una combinazione di mascherine, screening dei sintomi, distanziamento, ventilazione degli ambienti, tamponi, lavaggio delle mani e separazione degli studenti in gruppi più piccoli – suggerendo agli istituti scolastici di rispettare le nuove misure di prevenzione oltre a promuovere la vaccinazione di insegnati e studenti.

Le linee guida dei CDC, osserva il New York Times, lasciano tuttavia parte delle decisioni ai funzionari locali, “ai quali viene detto di prendere decisioni su quando inasprire o allentare le restrizioni sulla base dei casi e i tassi di vaccinazione locali”. In particolare, alcuni Paesi degli Stati Uniti, tra cui quelli che attualmente stanno affrontando nuove ondate epidemiche, come Florida, Carolina del Sud e Texas, stanno rendendo più difficile per le scuole mettere in atto le misure protettive. “Questi tre Stati, così come un’altra manciata di Paesi, hanno vietato o drasticamente ridotto le norme sull’uso delle mascherine”.

Ciò non significa necessariamente che le scuole di questi Stati avranno tutte grandi ondate epidemiche e anche le scuole che le vivranno potrebbero vedere casi per lo più lievi o asintomatici, ha aggiunto al quotidiano newyorkese Daniel Benjamin, specialista in malattie infettive pediatriche presso la Duke University di Durham, in Carolina del Nord. Tuttavia, i distretti che apriranno le scuole senza adottare misure di sicurezza correranno un rischio reale. Questo perché la variante Delta ha aggiunto nuove incertezze in vista del prossimo anno scolastico, rendendo ancora più complesso per le scuole adottare misure di sicurezza in vista del ritorno in classe. I dati più recenti suggeriscono che, oltre alla più alta trasmissibilità, le persone infettate dalla variante Delta possono essere sviluppare cariche virali molto più alte, il che potrebbe renderle più contagiose e più a lungo rispetto a quanto accadeva con le precedenti versioni virali.

Date le diverse politiche e i differenti tassi di vaccinazione in tutto gli Stati Uniti, gli esperti hanno affermato che non sarebbero sorpresi di osservare livelli di sicurezza scolastica diversi da Stato a Stato. “Penso che ci saranno rischi di infezione più alti nei distretti scolastici decideranno di non seguire alcuna raccomandazione – ha chiarito Yvonne Maldonado, specialista in malattie infettive pediatriche presso la Stanford Medicine e presidente dell'American Academy of Pediatrics Committee on Infectious Disease – . Nelle scuole o nei distretti che non hanno disposto raccomandazioni circa l’uso delle mascherine, i genitori potranno comunque fornire un certo grado di protezione ai loro figli, assicurandosi che indossino mascherine a scuola”. Oltre a proteggerli con la vaccinazione. “La cosa più importante che qualsiasi comunità per ridurre il rischio nelle scuole è che l’intera comunità venga vaccinata” ha concluso William Schaffner, direttore medico della Fondazione nazionale per le malattie infettive ed esperto di vaccini presso la Vanderbilt University.

Quali sono i "punti di forza" della variante Delta e perché è così pericolosa
Quali sono i "punti di forza" della variante Delta e perché è così pericolosa
Il vaccino cubano Abdala è efficace al 90% contro la variante Delta
Il vaccino cubano Abdala è efficace al 90% contro la variante Delta
La variante Delta è sintomo di una minaccia più grande: il rifiuto del vaccino
La variante Delta è sintomo di una minaccia più grande: il rifiuto del vaccino
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni