Proteina della banana
in foto: Proteina della banana

Non più solo le mele potranno togliere il medico di torno. Adesso, grazie ai ricercatori della University of Michigan, anche le banane avranno una funzione terapeutica contro alcuni virus e influenze stagionali. Come spiegato nello studio intitolato “Engineering a Therapeutic Lectin by Uncoupling Mitogenicity from Antiviral Activity” e pubblicato su Cell, una sostanza presente nelle banane potrebbe, in futuro, essere utilizzata per sconfiggere alcuni virus, tra i quali quelli che provocano l'AIDS, l'Epatite e le influenze stagionali.

Già in passato era stata identificata una proteina capace di agire, ad esempio, per impedire al virus responsabile dell'AIDS di entrare nelle cellule, purtroppo però quanto scoperto provocava effetti collaterali che ne vietavano l'utilizzo potenziale.

Oggi però i ricercatori sono riusciti a creare una nuova forma di quella proteina, la BanLec, che riesce a contrastare i virus, ma non mostra gli aspetti indesiderati di prima, quindi le irritazioni e le infiammazioni. La versione aggiornata è stata battezzata H84T e realizzata modificando leggermente il gene che agisce nella formazione della parte di proteina implicata negli effetti collaterali.

I test effettuali sui tessuti e sui campioni di sangue hanno mostrato che la BanLec riesce ad impedire ai virus dell'AIDS, dell'Epatite C e dell'influenza di entrare nelle cellule, senza provocare infiammazioni. “Quanto scoperto è eccitante – dichiara David Markovitz, co-autore dello studio – perché mostra le potenzialità del BanLec di essere utilizzato per agire contro vari virus, cosa che attualmente non è clinicamente possibili”. Si tratta per ora di un piccolo test nella ricerca che necessiterà di ulteriori approfondimenti.