Gira voce che la Cina stia pianificando di lanciare in cielo un satellite luminoso, ribattezzato ‘luna artificiale', che, entro il 2020, dovrebbe sostituire l'illuminazione stradale. Il progetto sarebbe stato presentato da Wu Chunfeng, presidente dell'Aerospace Science and Technology Microelectronics System Research Institute, in occasione di un incontro nazionale sull'innovazione e le imprese che si è tenuto a Chengdu, dove dovrebbe essere lanciato il satellite. La notizia è stata riportata dal sito di news cinese People's Daily Online, ma ancora non ci sono conferme ufficiali.

Ma perché la Cina dovrebbe volere una luna artificiale? Il satellite luminoso sarebbe stato progettato per integrare la luce notturna e dovrebbe superare di 8 volte l'illuminazione naturale della Luna, così da sostituire quella dei lampioni stradali. Insomma questo sarebbe l'obiettivo della luna artificiale cinese. Il satellite dovrebbe essere in grado di dare luce ad un diametro di area compreso tra i 10 e gli 80 chilometri.

Quando e se ci sarà la luna artificiale. Secondo il sito cinese, i test del satellite luminoso sarebbero già iniziati anni fa e la tecnologia oggi sarebbe finalmente pronta per permettere il lancio, previsto per il 2020. Ma ripesiamo che ad oggi ancora non son arrivate conferme ufficiali, quindi non sappiamo se questo piano verrà o meno realizzato. Ci sono infatti alcuni dubbi in merito.

Perché una luna artificiale potrebbe essere pericolosa. La nostra Luna non esiste unicamente per illuminarci le notti più buie, ma le fasi lunari influenzano la vita sulla Terra, in particolare sono fondamentali per gli animali notturni (ma non solo). Resta dunque da chiarire se e quanto la costante presenza di una luce artificiale potente anche più di quella naturale della Luna possa avere conseguenze negative sull'ecosistema. Sempre secondo il giornale cinese, Kang Weimin, direttore dell'Institute of Optics, School of Aerospace, Harbin Institute of Technology, non c'è da preoccuparsi perché “la luce del satellite sarà simile a quella del crepuscolo e non dovrebbe influire sulla routine degli animali”.

Quanti condizionali. La notizia è così ‘ricca' di condizionali che mettono in dubbio la realizzazione di questa luna artificiale così come il suo impatto sulla natura, attendiamo nuovi aggiornamenti, magari ufficiali, per saperne di più.