162 CONDIVISIONI
24 Settembre 2021
12:50

Una donna ha ricevuto il primo trapianto di cuore artificiale totale al mondo

L’intervento è stato completato da un team di medici dell’Università di Louisville, nel Kentucky, che hanno impiantato il biodispositivo in una donna di 57 anni. La paziente ora sta bene, soffriva di insufficienza cardiaca allo stadio terminale.
A cura di Valeria Aiello
162 CONDIVISIONI

Un team di medici dell’Università di Louisville, nel Kentucky, ha eseguito il primo trapianto di cuore artificiale in una paziente, utilizzando una bioprotesi Aeson, un cuore artificiale totale “abbastanza compatto” da poter essere adattato alla cavità toracica delle donne, spiegano i cardiochirurghi che hanno completato la procedura, Mark Slaughter e Siddharth Pahwa, al loro secondo impianto con questo tipo di bioprotesi nel paese, dopo il primo intervento condotto il mese scorso in un uomo. il trapianto è stato il terzo di questo tipo in Nord America e circa altri venti dispositivi sono stati già impiantati in altrettanti riceventi in Europa. Tutti di sesso maschile, fino ad ora. “Sapete tutti che ci piace essere i primi” ha scherzato Slaghter in occasione di una conferenza della CARMAT Artificial Heart News.

Il cuore artificiale totale Aeson è stato impiantato in una donna del Kentucky di 57 anni con grave insufficienza cardiaca biventricolare durante un intervento chirurgico di otto ore. La donna è stata indirizzata al programma Advanced Heart Failure Therapies Program all’inizio di quest’anno con insufficienza cardiaca allo stadio terminale ed era stata sottoposta a un intervento di cardiochirurgia anni prima. La paziente “si sta riprendendo bene” nell’unità di terapia intensiva cardiovascolare, indica il Jewish Hospital, una delle quattro strutture della nazione autorizzate ad eseguire questa procedura di sperimentazione clinica.

Le donne non sono le uniche pazienti a beneficiare di questo miglioramento delle opzioni di impianto. Nella cura del cuore, da qualche tempo si è dovuta affrontare una divisione tra coloro che soffrono di malattie cardiache con insufficienza biventricolare, per cui il lato sinistro e il destro del cuore non riescono a pompare correttamente il sangue, e chi invece necessita di supporto su un solo lato del cuore. Le opzioni più comuni per tutti questi pazienti “non sono altrettanto efficaci” nei casi di insufficienza biventricolare, indica Pahwa che, con l’uso del dispositivo Aeson ha potuto fornire il supporto completo alla paziente. “Questo dà speranza a una più ampia varietà di uomini e donne in attesa di un trapianto di cuore e aumenta le possibilità di successo”.

L’uso apre a un ampio spetto di pazienti che possiamo aiutare” con il vantaggio dell’inclusione di sensori di pressione che, indica l’esperto, “percepiscono la quantità di sangue di cui il corpo ha bisogno e forniscono così tanta gittata cardiaca”. Questo rende il dispositivo in grado regolare automaticamente il flusso “creando prestazioni migliorate per soddisfare le mutevoli esigenze del flusso sanguigno”.

Il cuore artificiale Aeson non vuole essere “un appuntamento fisso, ma un ponte al trapianto” evidenziano i due esperti, una misura temporanea per mantenere i pazienti in vita in attesa di un nuovo cuore. “Circa 3.500 pazienti negli Stati Uniti, sono in attesa di un trapianto di cuore in ogni momento – ha aggiunto Pahwa – . A causa della scarsa disponibilità di donatori, non siamo in grado di effettuare un trapianto nella maggior parte dei casi, quindi c’è un bisogno costante di innovare, spingere e trovare sostituti del trapianto di cuore”.

162 CONDIVISIONI
A Napoli impiantato il primo cuore bioartificiale totale d'Europa: "Un salto nel futuro"
A Napoli impiantato il primo cuore bioartificiale totale d'Europa: "Un salto nel futuro"
1.642.672 di Gaia Martignetti
Cuore bioartificiale totale Aeson by Carmat
Cuore bioartificiale totale Aeson by Carmat
Come funziona il cuore artificiale trapiantato per la prima volta negli USA (e a Napoli)
Come funziona il cuore artificiale trapiantato per la prima volta negli USA (e a Napoli)
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni