Covid 19
7 Ottobre 2021
15:07

Una cattiva salute orale può aumentare i rischi di Covid

Lo indicano i dati di uno studio guidato dai ricercatori dell’Università del Cairo che hanno osservato una relazione inversa tra salute orale e gravità della malattia infettiva, specialmente nei pazienti con malattie cardiovascolari.
A cura di Valeria Aiello
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Una cattiva salute orale può aumentare il rischio di sviluppare forme gravi di Covid-19, l’infezione causata dal coronavirus Sars-Cov-2. È quanto emerge dai dati di un nuovo studio che sarà presentato in occasione dell’ACC Middle East 2021, l’incontro annuale tenuto in collaborazione dall’American College Cardiology, dall’ACC Egypt Chapter e dalla Società egiziana di Cardiologia i prossimi 14 e 15 ottobre.

I tessuti della cavità orale, spiegano gli studiosi, possono fungere da potenziale serbatoio di agenti patogeni respiratori, come Sars-Cov-2, lasciando sviluppare un’elevata carica virale nella cavità orale. Precedenti indagini hanno collegato la scarsa igiene orale a un aumento dell’infiammazione e delle malattie cardiovascolari e, secondo i ricercatori, anche la severità dell’infezione da coronavirus può essere collegata a un cattivo stato di salute orale, specialmente nei pazienti con malattie cardiovascolari.

L’analisi ha valutato la salute orale, i sintomi di Covid, i livelli di infiammazione e durata del recupero di 86 pazienti con malattie cardiache e infezione da coronavirus confermata, mostrando una relazione inversa tra salute orale e Covid-19, per cui a una più scarsa salute orale è associato un maggiore rischio di sviluppare forme più gravi di malattia. Una correlazione è stata osservata anche tra malattie cardiovascolari, temi di recupero più lunghi e livelli più elevati di infiammazione.

La salute orale dovrebbe essere una parte della raccolta e dell’esame dell’anamnesi di routine, specialmente nei pazienti con malattie cardiache – ha affermato il dottor Ahmed Mustafa Basuoni, consulente di cardiologia presso l’Università del Cairo e autore principale dello studio.- . In precedenza, la scarsa scarsa igiene è stata associata a un aumento dell’infiammazione e delle malattie cardiovascolari e anche la gravità di Covid-19 è stata collegata a una risposta infiammatoria”.

Lo studio indica la potenziale necessità di considerare la salute orale come un ulteriore fattore di rischio per i pazienti con problemi di cuore che contraggono l’infezione. “Le misure relative allo stile di vita dovrebbero essere istruite a tutti i pazienti cardiopatici per quanto riguarda una buona igiene orale con regolari visite dentistiche – ha aggiunto Basuoni – .  Dobbiamo dare più spazio alla ricerca di questi fattori di rischio che possono essere facilmente modificati”.

28297 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni