Steve Munt ha perso il suo amato gatto Pikachu e adesso, per renderlo eterno, vuole spedire le sue ceneri nello spazio per questo sta raccogliendo i soldi necessari al biglietto attraverso una raccolta fondi su GoFundMe. La storia sempre surreale, ma è vera: ecco cosa c’è da sapere.

Pikachu, un gatto tanto amato. Steve Munt ha lanciato una raccolta fondi su GoFundMe, e chiede a tutti noi di far si che il suo defunto gatto Pikachu possa entrare a far parte della storia diventando ‘un angelo guardiano della Terra’ direttamente dallo spazio, dove vuole spedirlo. “Pikachu è entrato nelle nostre vite quando avevamo più bisogno di lui” racconta Steve, “e ha riempito con amore le nostre vite.

Il diabete che ha ucciso Pikachu. Purtroppo nel gennaio 2018 i veterinari hanno diagnosticato il diabete a Pikachu che ha portato ad una serie di complicazioni fino alla sua morte un anno dopo, questo gennaio 2019. “Pikachu era il migliore. Ci ricorderemo sempre di lui e rimarrà per sempre nei nostri cuori” scrive Steve, “Insieme possiamo renderlo orgoglioso”.

5 mila dollari. La raccolta fondi punta a racimolare 5.000 dollari, per ora però non arriviamo neanche a 2.000, sembrerebbe che però che Steve nel frattempo abbia comprato già il biglietto.

Ma come si fa a spedire un animale deceduto nello spazio? Lecito è chiedersi come pensi Steve di spedire Pikachu nello spazio. A questo ci pensa la Celestis Pets, un servizio che permette di spedire le ceneri di cani, gatti e altri animali domestici nello spazio. Attualmente l’azienda ha lanciato i resti di due cani cremati in orbita. I servizi a disposizione sono Earth Rise, che permette di riavere la capsula con i resti dell'animale dopo che è stata in orbita, Earth Orbit, che prevede il lancio delle ceneri che si ‘vaporizzano come una stella cadente', Luna, in questo caso l'obiettivo è raggiungere il nostro satellite, e Voyager, grazie al quale le ceneri restano in viaggio nello spazio profondo.