C'è una nuova creatura negli abissi, si chiama Culeolus Barryi, è un invertebrato sessile, cioè che vive ‘ancorato' al fondale, e fa parte del genere Ascidie, animali marini con la forma del corpo a guisa di sacco e con prolungamenti tubolari detti sifoni. Ma vediamo nel dettaglio chi è il Culeolus Barryi e perché è speciale.

La scoperta. I ricercatori del Monterey Bay Aquarium Research Institute (MBARI) raccontano di aver scoperto una nuova specie, chiamata appunto Culeolus Barryi. Si tratta di animali che vivono sospesi in acqua poco sopra il fondale marino da dove raccolgono particelle di cibo dell'acqua corrente che gli scorre attraverso. Il Culeolus Barryi è stato chiamato così in onore del dottor James P. Barry, un ricercatore e scienziato che si è dedicato agli ecosistemi marini negli abissi.

Il racconto degli scienziati. Gli esperti raccontano di aver già avuto modo in passato di vedere animali simili al Culeolus Barryi, ma nessuno identico, e chiaramente si sono emozionati molto quando hanno capito di trovarsi di fronte ad una nuova specie. “Questi animali sono una tipologia unica di Tunicati. Vivono attaccati ad un gambo, che gli permette di alzarsi sopra il fondale fino a raggiungere la corrente del mare. Questo permette loro di catturare il cibo filtrando particelle dall'acqua con il loro corpo a forma di sacca” spiegan gli esperti.

Le loro particolarità. Queste due righe di palline sono i loro organi riproduttivi.

Quella striscia bianca sono vermi che vivono all'interno del Culeolus Barryi senza danneggiarlo.