Il sangue sul nostro volto si ‘sposta' a seconda delle emozioni che proviamo e così le persone con cui parliamo sanno cosa stiamo vivendo. Insomma, le emozioni hanno un colore ‘ben' definito e gli scienziati ci spiegano quale. Lo studio, intitolato “Facial color is an efficient mechanism to visually transmit emotion”, è stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

Emozioni e colori. Il nostro volto comunica le nostre emozioni attraverso i colori, anche quando non muoviamo un muscolo. Questo è ciò che sostengono i ricercatori che sono riusciti per la prima volta a dimostrare una connessione tra il sistema nervoso centrale e l'espressione delle emozioni sul volto e che hanno realizzato un algoritmo che, a computer, riesce a riconoscere le emozioni umane attraverso il colore del visto azzeccandoci nel 90% dei casi.

Foto di The Ohio State University
in foto: Foto di The Ohio State University

Il sangue e le emozioni. Per giungere alle loro conclusioni i ricercatori hanno prima raccolto centinaia di foto di espressioni facciali e poi hanno separato le immagini in differenti canali di colore che corrispondono ai colori che vede l'uomo: un canale rosso-verde e un canale blu-giallo. Successivamente hanno mostrato le immagini ad un gruppo di partecipanti e chiesto loro di definire quali emozioni stessero provando le persone nelle foto, potendo scegliere tra 18 emozioni. Dai dati raccolti è emerso che nel 75% dei casi quanto dichiarato dai partecipanti risultava corretto.

Cosa succede nel volto. Ma ci coloriamo davvero? Nella realtà il nostro volto non cambia percettibilmente colore però intorno alle labbra, alle sopracciglia, alle guance e al mento aumenta l'afflusso del flusso sanguigno colorando leggermente. Per fare qualche esempio, il disgusto crea un effetto blu-giallo intorno alle labbra e rosso-verde intorno al naso e al mento. La felicità invece si traduce con guance rosse e un po' di blu intorno al mento. La sorpresa con mento rosso e guance blu. La rabbia invece è blu.

Il trucco del trucco. Secondo i ricercatori, quanto scoperto potrebbe far riflettere anche sull'utilizzo del makeup. Noi di solito diciamo di utilizzarlo per sembrare più belle, ma forse, senza rendercene conto, in realtà lo applichiamo per apparire più felici e trasmettere emozioni positive.