Credit: stevepb
in foto: Credit: stevepb

Il principio attivo canagliflozin, utilizzato nei farmaci per diabetici per ridurre i livelli di glucosio, è in grado di proteggere dall’insufficienza renale e da complicazioni cardiache, come insufficienza cardiaca. Questo è quanto hanno scoperto i ricercatori della University of Oxford che ci spiegano nel dettaglio quanto questo farmaco aiuti i pazienti e perché siamo di fronte ad una importante scoperta. Ecco cosa c’è da sapere.

Diabetici e insufficienza renale. Il diabete è la principale causa di insufficienza renale in tutto il mondo, ma da due decenni non abbiamo nuovi trattamenti per proteggere i reni. Lo studio della University of Oxford rappresenta un importante passo in avanti per le persone con diabete e malattie renali, infarti, ictus e morte. Analizzando gli effetti del canagliflozin su 4.410 persone diabetiche e malattie renali, gli esperti hanno scoperto che:

  • il numero di persone che hanno sviluppato insufficienza renale o che sono morte per insufficienza renale o malattie cardiovascolari si è ridotto del 30%
  • gli incidenti di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca si sono ridotti del 39%.
  • il rischio di gravi problemi cardiovascolari, come infarto, ictus e morte cardiovascolare, si è ridotto del 20%.
  • Non è un aumentato il rischio di effetti collaterali importanti

Novità importante. Gli esperti sono dunque riusciti a dimostrare che questo farmaco non solo aiuta le persone diabetiche a proteggersi dal rischio di insufficienza renale, ma anche da altre condizioni pericolose legate al cuore, come l’insufficienza cardiaca. La notizia è importante poiché il farmaco, essendo già stato approvato, può essere utilizzato sin da subito per ridurre questi rischi. “Ora abbiamo un modo molto efficace per ridurre questo rischio utilizzando una pillola giornaliera” affermano i ricercatori.