I ricercatori Victoria Vásquez, David Egert e Douglas Long hanno scoperto una nuova specie di squalo battezzato “Squalo Lanterna Ninja” totalmente nero e dotato di fotofori che gli permettono di aggirarsi furtivamente tra le profondità oceaniche. Tutte le sue caratteristiche di razza sono racchiuse nello studio intitolato “Etmopterus benchleyi n. sp., a new lanternshark (Squaliformes: Etmopteridae) from the central eastern Pacific Ocean” e pubblicato sul Journal of the Ocean Science Foundation.

Il suo vero nome sarebbe Etmopterus benchleyi, ma è innegabile che “Squalo ninja” suoni più accattivante, e fa parte della famiglia degli Etmopteridae conosciuti per la loro piccola taglia e gli organi che conferiscono loro la bioluminescenza, i fotofori, di cui ad esempio è ricoperto anche l'affascinante Calamaro Vampiro, conosciuto anche come Vampyroteuthis infernalis.

La sua scoperta avviene in seguito a lunghi anni di ricerche, partiti nel 2010, che hanno portato all'analisi di 8 esemplari ritrovati a profondità comprese tra gli 836 e i 1443 metri a largo delle coste del Pacifico dell'America Centrale.

Lo squalo lanterna ninja ha questo nome poiché dato dai nipoti della stessa Vásquez, uno di 8 e l'altro di 14 anni, che incantati dalle caratteristiche estetiche di questo animale hanno subito pensato ad un ninja.

Occhi a bulbo, pelle nerissima, snello e lungo 55 centimetri, lo squalo è ricoperto di fotofori, in quantità minore rispetto alle altre specie di squali lanterna, che creano una luca debole, ma sufficiente per cacciare piccoli pesci e gamberetti e, allo stesso tempo, nascondersi dai predatori.

[Foto copertina di Wikipedia]