Lattuga romana coltivata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale
in foto: Lattuga romana coltivata a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

Scott Kelly ha pubblicato su Twitter la foto che si è scattato con la lattuga che oggi sarà protagonista del suo pranzo ‘spaziale'. Come annunciato dalla stessa NASA, infatti, nel menù di oggi della Stazione Spaziale Internazionale è prevista la verdura romana coltivata direttamente in orbita grazie alla tecnologia a LED in via di sperimentazione della ORBITEC.

Per la prima volta nella storia, sulla stazione spaziale si potranno mangiare verdure coltivate direttamente a bordo facendo così un passo in avanti verso il futuro. Il sistema ‘agricolo', che fa parte del programma Veggie (Vegetable Production System) è stato realizzato dalla ricercatrice della Nasa Gioia Massa in collaborazione con l'azienda ORBITEC e consiste nella coltivazione di verdure all'interno di una camera sigillata e illuminata da luci a led che emettono le frequenze del verde, del blu e del rosso, quelle utili cioè alla crescita di questi alimenti.

Grande circa 30cmx36cm, la serra installata sull'ISS è autoregolabile a seconda dell'altezza delle piante e circa un anno fa ha concluso la sua prima fase di sperimentazione quando un campione di lattuga era stato analizzato sulla Terra e considerato non contaminato e commestibile.

Adesso, ad un mese circa dall'ultima semina, gli astronauti si preparano a degustare il primo pasto “home made”. Non è ancora chiaro come faranno a condirla e assaggiarla, per questo si consiglia di rimanere sintonizzati sui canali social della Stazione Spaziale Internazionale per non perdersi questo momento storico.

L'agricoltura del futuro sembra partire proprio da questo esperimento che, un domani, potrà segnare una nuova fase di questo settore, soprattutto su Marte. Inoltre, perché no, quello del giardinaggio nello spazio potrà essere un divertente e rilassante passatempo per gli stessi astronauti.

[Foto copertina da Twitter Scott Kelly]