Cinque biscotti apparentemente normali, con gocce di cioccolato inserite all'interno di un impasto pronto da infornare. Quelli arrivati dalla Stazione Spaziale Internazionale a bordo di una capsula di SpaceX hanno però un sapore futuristico: sono i primi biscotti cucinati nello spazio dall'equipaggio della ISS. Proprio il sapore, però, resterà ancora per qualche tempo un mistero: prima di poter essere assaggiati da qualcuno, i biscotti dovranno essere analizzati per assicurarsi che non siano dannosi per l'organismo.

L'esperimento culinario nello spazio è stato portato avanti poco prima di Natale da Christina Koch, uno degli astronauti attualmente presenti sulla ISS che, insieme all'italiano Luca Parmitano, aveva poi mostrato su Twitter il frutto del suo lavoro: 5 biscotti con gocce di cioccolato. "Abbiamo preparato biscotti spaziali e latte per Babbo Natale" ha scritto nel tweet. Il prodotto spaziale è stato poi riportato a terra a bordo di una capsula Dragon di SpaceX per svolgere alcuni test prima dell'assaggio ufficiale.

La loro preparazione, assenza di gravità a parte, è però abbastanza tradizionale. La base di partenza è stata quella della pasta già pronta di DoubleTree by Hilton – sì, la catena di hotel -, cotta all'interno di un prototipo di forno in grado di funzionare a gravità zero sviluppato da Zero G Kitchen e Naoracks. Non è un elemento scontato: pensate solamente al fatto di dover tenere ferma la pietanza mentre si cuoce in un ambiente senza gravità che la tiene ferma. Ora la vera domanda è: di cosa sanno i biscotti spaziali? Per avere una risposta dovremo però attendere ancora quale tempo, almeno fino a quando la NASA non darà l'autorizzazione per addentare uno dei cinque dolci spaziali. In attesa che dalla ISS arrivino altre pietanze cucinate a gravità zero.