A quanto pare è davvero possibile essere colpiti da un'infezione polmonare annusando ogni giorno i nostri calzini sporchi, a dimostrarlo è il caso dell'uomo cinese di 37 anni finito in ospedale a causa di questo suo vizio e ora gli scienziati ci spiegano come sia possibile.

Partiamo dal caso cinese. Tutta nasce dalla storia di Peng, un signore di 37 anni, cinese, che ha la particolare abitudine di annusare ogni giorno i suoi calzini sporchi dopo essere rientrato da lavoro. Peng non sapeva però che questo suo vizio gli avrebbe provocato un forte dolore al petto, difficoltà a respirare e tosse e che questi sintomi l'avrebbero fatto finire in ospedale con un'infezione ai polmoni. Spoiler: l'uomo adesso è sotto cura ed è pronto a guarire.

Infezioni ai polmoni. Giunto in ospedale, Peng è stato sottoposto a raggi X per determinare la cause del dolore al petto e, dalle analisi effettuate, è emerso che nei suoi polmoni era in atto un'infezione fungina, cioè un'infezione provocata da funghi patogeni.

Tutta colpa dei calzini. Indagando sulle possibili cause di una simile infezione, i medici hanno scoperto il particolare vizio dell'uomo e hanno collegato la condizione con la possibilità della presenza di eventuali spore di funghi nei calzini sporchi che sarebbero dunque entrate nel naso del paziente ‘sniffatore'.

È davvero possibile? Viene da chiedersi se possa essere davvero possibile infettarsi i polmoni annusando i proprio calzini sporchi. La risposta è NI. Bisogna infatti considerare che l'uomo da cui è nata questa domanda amava annusare ‘profondamente' i propri calzini sporchi, premendoli sul naso, che i calzini era sporchi abbastanza da contenere funghi, che questo gesto veniva ripetuto ogni giorno. Inoltre non sappiamo se il paziente avesse il sistema immunitario compromesso, questo spiegherebbe ancor di più come l'infezione possa essersi diffusa. Insomma, le variabili in questioni sono molte, è difficile che una sola annusata di calzini sporchi possa farci finire in ospedale, ma nel dubbio, evitiamo di farlo ogni giorno.