Gli scienziati hanno analizzato il legame tra la malattia polmonare provocata dalle sigarette elettroniche e dallo svapo con la vitamina E acetato, vediamo insieme di cosa si tratta e quali sono le conseguenze ad essa legate. Ecco come la vitamina E acetato è strettamente associabile alla malattia polmonare provocata dalle sigarette elettroniche e dallo svapo.

Per giungere alle loro conclusioni, gli scienziati hanno analizzato i fluidi estratti dai polmoni di 51 pazienti con malattia polmonare provocata dalle sigarette elettroniche e dallo svapo (EVALI) e li hanno messi a confronto con quelli estratti da 99 individui sani. Dai dati raccolti è emerso che in 48 pazienti su 51 con EVALI c’erano tracce di vitamina E acetato, non presente invece nei soggetti sani.

Questi risultati supportano la conclusione che la vitamina E acetato è un potenziale agente che causa la EVALI, spiegano gli scienziati responsabili del nuovo studio, e questa è una scoperta importante poiché vengono prese decisioni su come regolare al meglio il settore delle e-cig che è in rapida evoluzione.

Quando parliamo di EVALI ci riferiamo ad una malattia polmonare che è associata all’uso di sigarette elettroniche e che provoca dolori al petto, respiro sibilante, vomito, tosse e difficolta respiratorie in seguito alle quali può manifestarsi anche febbre. Questa malattia è di recente scoperta ed è stata identificata in seguito ad alcuni casi di pazienti ricoverati in pessime condizioni e consumatori di questi dispositivi sostitutivi alla sigaretta classica.

La vitamina E acetato è invece un liquido oleoso viscoso giallo che è presente non solo nelle e-cig, ma anche in molti alimenti naturali.

È fondamentale oggi comprendere meglio quali siano le conseguenze sulla nostra salute delle sigarette elettroniche e dello svapo visto che si tratta di prodotti in rapida diffusione che dovrebbero ridurre i danni provocati dalle sigarette.