9 Luglio 2018
18:43

Sempre più smart drugs per potenziale il cervello: boom in Europa

Le smart drugs stanno sbarcando in Europa. È l’allarme lanciato dal Global Drug Survey, un questionario anonimo compilato da più di 100.000 persone in 15 paesi diversi, che registra un’impennata di consumo di sostanze dopanti e farmaci utilizzati fuori prescrizione medica nel vecchio continente.
A cura di Lorenzo Fargnoli

L'uso di smart drugs (droghe intelligenti) sta aumentando in tutto il mondo. Secondo il Global Drug Survey, un questionario anonimo on line compilato da centinaia di migliaia di persone in 15 paesi diversi, le statistiche dei consumatori di farmaci e droghe che "aumentano le facoltà mentali" è in perenne crescita, ma è l'Europa, che nel 2017 è in testa alle statistiche, la più interessata a questa nuova moda.

Statistiche. In 2 anni il 9% in più dei partecipanti al sondaggio ha dichiarato di utilizzare farmaci per il potenziamento cognitivo, passando così da un modesto 5% del 2015 a un robusto 14%. Fattori culturali e il massiccio utilizzo di medicine nella cura del disturbo da deficit di attenzione/iperattività o ADHD ha trainato i numeri delle statistiche statunitensi, che sono saliti dal 20% del 2015 ad un 30% dell'anno passato. Gli aumenti più significativi, sopratutto poiché si è passati da dati tutto sommato di nicchia a numeri importanti, sono quelli europei. L'uso in Francia è salito dal 3% al 16%, nel Regno Unito dal 5% al 23%, in Olanda dal 10% al 24%, in Irlanda dal 4% al 18%.

Smart Drugs cosa sono? Sono una serie di sostanze, chiamate anche nootropi, il cui scopo è di aumentare o alterare le facoltà cognitive di chi le assume, come memoria, attenzione o il desiderio di sonno. In generale quasi tutte agiscono come precursori di sostanze neuro-chimiche, "pompando" come un vero doping sportivo il nostro cervello. L'attività di molte di queste molecole è dimostrata, ma di molte altre è pari alla leggenda metropolitana. Un altro grave pericolo viene dal fatto che la somministrazione avviene molto spesso senza super visione medica, non calcolando gli effetti collaterali a lungo termine o le interazioni. Secondo il Global Drug Survey il Metilfenidato (Ritalin) usato per curare i bambini iper attivi è la droga smart più usata in Europa, migliorerebbe la capacità di attenzione, ma essendo uno psicofarmaco comporta una serie di effetti collaterali molto gravi. Il Regno Unito invece preferisce passare le notti in bianco a studiare con il Modafinil, una farmaco per la cura della narcolessia, anche qui l'uso senza prescrizione medica non solo è sconsigliato ma vietato.

Chi sono i neuroni 'silenziosi' che raccontano come funziona il nostro cervello
Chi sono i neuroni 'silenziosi' che raccontano come funziona il nostro cervello
Aloe vs cancro: l'estratto è una potenziale arma contro il tumore al cervello, studio italiano
Aloe vs cancro: l'estratto è una potenziale arma contro il tumore al cervello, studio italiano
L'illusione ottica giapponese che conquista il web: ecco perché confonde il cervello
L'illusione ottica giapponese che conquista il web: ecco perché confonde il cervello
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni