I ricercatori del MIT (Massachusetts Institute of Technology) sono riusciti a sviluppare un super sistema immunitario capace di distruggere diversi tipi di tumori nei topi, anche quelli più aggressivi. Per riuscirci, gli scienziati hanno combinato insieme quattro differenti terapie che sono riuscite ad attivare il sistema immunitario sufficientemente per permettergli di sconfiggere il cancro, come spiegato all'interno dello studio intitolato “Eradication of large established tumors in mice by combination immunotherapy that engages innate and adaptive immune responses” e pubblicato su Nature Medicine.

La scoperta è partita dalla consapevolezza del potenziale curativo della terapia con anticorpi monoclonali che stimola il sistema immunitario ad aggredire le cellule del tumore. Per sfruttare al meglio questa terapia, i ricercatori hanno scelto di combinare insieme quattro differenti tipologie di trattamenti capaci proprio di attivare il nostro meccanismo di difesa, nello specifico

  • un anticorpo che stimola il reclutamento di altre cellule immunitarie che aiutino l'attivazione dei linfociti T (che si occupano della risposta immunitaria)
  • un vaccino che stimola la proliferazione dei linfociti T che possono attaccare il tumore
  • l'interleuchina 2 (IL-2) che aiuta i linfociti T a moltiplicarsi in fretta
  • una molecola che blocca il PD1 (recettore presente nei linfociti T) che permette ai linfociti T di vivere più a lungo

I test sono stati effettuati su un gruppo di topi nei quali sono stati impiantati diversi tumori in forma aggressiva: melanoma, linfoma e cancro al seno. La somministrazione della terapia combinata ha permesso di eliminare il 75% dei tumori completamente. Sei mesi dopo, gli scienziati hanno iniettato nuovamente i tumori nei topi e hanno scoperto che il loro sistema immunitario era in grado di cancellare del tutto le cellule malate.

La cura realizzata dal MIT non solo sconfigge i tumori, ma ne ha ricordo in modo da contrastarli nel momento in cui dovessero ripresentarsi. Ovviamente quanto scoperto per ora è valido solo sui topi, quindi ancora non possiamo cantare vittoria.