Esistono persone che sono attratte sessualmente dall'intelligenza e si chiamano ‘sapiosessuali'. Secondo un recente studio australiano, ad avere questa predisposizione sono circa 8 persone su 100 tra i 18 e i 35 anni: in pratica, i sapiosessuali ritengono l'intelligenza un tratto fondamentale per intraprendere una relazione anche solo sessuale.

Intelligenza e sesso. Il ricercatore australiano Gilles Gignac si è interrogato sulla reale esistenza di persone attratte sessualmente dall'intelligenza. In un mondo basato principalmente sull'aspetto esteriore, diventa infatti difficile pensare che qualcuno possa ‘eccitarsi' in presenza di un individuo con un quoziente intellettivo sopra la media: eppure la realtà è più ottimista di quanto crediamo. “Molti studi hanno dimostrato che l'intelligenza è tra le caratteristiche più importanti nella scelta di un partner, ma dubitavo che le persone potessero cercare partner particolarmente intelligenti” spiega il ricercatore secondo cui il termine ‘sapiosessuale', per quanto sia ormai diffuso nella nostra cultura, ancora non è stato analizzato scientificamente.

Lo studio. Per capire meglio gli effetti dell'intelligenza sulle relazioni, il ricercatore ha sottoposto 383 adulti ad un questionario utile ad identificare le preferenze in fatto di ‘relazioni'. Dai dati raccolti è emerso che la prima caratteristica del partner perfetto è la gentilezza, la seconda è l'intelligenza, la terza è una personalità eccitante e la quarta è l'essere alla mano.

Intelligenti ma non troppo. Ma quanto deve essere intelligente il partner per eccitarci? Secondo i ricercatori il quoziente intellettivo del partner deve aggirarsi intorno ai 120 punti, oltre questa soglia, l'interesse cala. Questo dato dimostra che le persone sono particolarmente attratte da coloro che sono più intelligenti del 90% della popolazione, l'interesse però diminuisce verso coloro che sono più intelligenti del 99% della popolazione, che sono comunque più attraenti di coloro che sono più intelligenti del 50% della popolazione: insomma, sapiosessuali sì, ma non troppo.

Quanti sono i sapiosessuali? Secondo lo studio australiano, i sapiosessuali sono tra l'1 e l'8% della popolazione. L'aspetto interessante di questo studio è che, a quanto pare, il livello di intelligenza di una persona non corrisponde necessariamente al suo interesse verso le persone intelligenti: insomma, non è detto che una persona molto intelligente sia sapiosessuale, così come non è detto che una persona poco intelligente non sia sapiosessuale.